Il miglior collare che anche i nostri cani sceglierebbero è questo

A chi ama i più fedeli amici dell’uomo non vorrebbe mai costringerli ad indossare il collare e di conseguenza il guinzaglio.

Purtroppo non solo è la legge a prescrivere di portare il collare ma è anche un modo per tutelare gli altri e soprattutto il nostro cane.

Può capitare, infatti, che nel bel mezzo di una passeggiata, un rumore improvviso faccia scappare il nostro compagno quadrupede.

Ricordiamo poi che dopo le passeggiate, in casa, il occorre togliere collare al nostro amico a quattro zampe in modo da non provocare deformazioni del pelo o dermatiti.

Il miglior collare che anche i nostri cani sceglierebbero è questo!

Delineiamo insieme le caratteristiche che deve avere il collare perfetto secondo anche il parere degli esperti.

I materiali

I collari in commercio sono per la maggior parte o in nylon o in pelle.

Il collare in cuoio o pelle è il plus che possiamo scegliere per il nostro cane. È il più performante, e sebbene inizialmente possa sembrare rigido, con il trascorrere dei giorni diventa confortevole.

Il difetto della versione in pelle è il rischio di tagli o crepe a cui si arriva quando la pelle è troppo indurita. Meglio, allora, ogni tanto, passare il collare con un panno in microfibra e un filo di olio.

I collari in nylon solitamente hanno una chiusura a clip e sono quindi più facili da far indossare. Sono adatti a cani parecchio vivaci e che tirano molto il guinzaglio.

Un altro materiale sintetico innovativo fonde le caratteristiche della pelle e del nylon: il triflex.

Il triflex è impermeabile, antisporco e antimuffa e inoltre si presenta resistente all’abrasione dello sfregamento dei moschettoni.

La misura

Un buon collare ha minimo 3 o 4 anelli per poterlo regolare in base alla circonferenza del collo dell’animale.

Il collare non deve mai essere stretto onde evitare dermatiti o lesioni al collo nostro cane. Come metro di valutazione possiamo usare il metodo delle due dita. La larghezza è ottimale se riusciamo ad inserire due dita tra il collare e il collo.

La targhetta

È vero che in caso di smarrimento il microchip rivela ogni dato necessario ma è sempre meglio anche aggiungere la targhetta al collare. Sulla targhetta dovrà essere inciso il nome e l’indirizzo del proprietario.

Collari particolari ed utili

Ci sono poi due collari di cui occorre parlare: quello a led e a GPS.

Il primo è un collare a luce led ricaricabile che è utilissimo per le passeggiate notturne ma anche pomeridiane in inverno.

Ci permette di individuare subito dove si trova il nostro Fido anche in condizioni di scarsa visibilità.

Naturalmente è un accessorio aggiuntivo che quindi non ha l’aggancio con il guinzaglio e si chiude a scatto.

Il collare con GPS, invece, contiene un micro localizzatore che ci permette di sapere sempre dove si trova il nostro amico. È particolarmente utile nel caso di cani che si spaventano e tentano di scappare al minimo clacson o forte rumore. Grazie alle app collegate sapremo sempre come rintracciarlo!

Abbiamo fatto luce su quale sia il miglior collare che anche i nostri cani sceglierebbero. Per approfondire qui troveremo anche informazioni sulle pettorine.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te