Il metodo migliore per proteggere le nostre sigarette elettroniche nelle cadute

Provare a smettere di fumare è un’impresa non da poco. Spesso, chi decide di farlo arriva ad un momento della vita in cui mette prima la propria salute rispetto a tutto il resto.

Tra chi decide di provarci c’è chi ci riesce e chi, invece, dopo pochi mesi cade nuovamente in tentazione.

Di solito, decidiamo di fare questo passo dopo aver avuto episodi in cui non siamo stati bene e che ci hanno fatti spaventare.

È più raro svegliarsi una mattina e decidere, senza un motivo apparente, di provare questa impresa.

In tanti altri casi, decidiamo di smettere quando aspettiamo un bambino, mettendo prima di tutto la sua salute.

Insomma, smettere di fumare è una delle prove più difficili da superare, soprattutto quando sono tanti anni che ogni giorno accendiamo una sigaretta.

I modi per provare ad abbandonare il vizio del fumo sono diversi. Serve una grandissima forza di volontà, una forte decisione e motivazione.

C’è chi riesce a smettere senza aiuti di alcun tipo e chi invece ha bisogno di trasferire il proprio vizio su qualcosa di meno dannoso.

Possiamo vedere in questo articolo, per rimanere in tema, i cinque passi per smettere di fumare macinando chilometri.

Il metodo migliore per proteggere le nostre sigarette elettroniche nelle cadute

Parliamo ad esempio delle sigarette elettroniche. Questi oggetti, che hanno preso piede in questi anni, hanno la capacità di farci abbandonare per sempre le sigarette classiche.

Sono state ideate per avvicinarsi il più possibile alla sigaretta che tutti conosciamo, ma allo stesso tempo hanno la caratteristica di non provocare gli stessi danni.

Parliamo oggi di quelle sigarette elettroniche che prevedono l’utilizzo di liquidi aromatizzati e vapori.

Come molti sanno, possiamo scegliere tra diversi tipi di aromi. Esistono quelli fruttati che ricordano l’odore e il sapore della frutta e quelli che si avvicinano più alle creme che troviamo anche nelle gelaterie.

Mantenere questo tipo di sigaretta elettronica è molto semplice. Basta caricarla alla corrente per qualche ora, utilizzarla quando vogliamo e ricaricarla ogni volta che termina la batteria.

In base a quanto fumiamo, dovremo ricomprare il liquido ogni mese, ogni due mesi o dopo qualche giorno.

Vediamo, perciò insieme, il metodo migliore per proteggere le nostre sigarette elettroniche nelle cadute

I gommini per il vetro

Alcune di queste sigarette sono caratterizzate da una componente in vetro. Come sappiamo, il vetro è molto sensibile alle cadute. Per distrazione, esattamente come succede per i cellulari, anche le sigarette elettroniche possono scivolare dalle mani e rompersi.

Questo diventa un problema se poi rimaniamo senza. Se poi, succede dopo poco tempo che abbiamo abbandonato le sigarette classiche, potrebbe farci cadere nuovamente nell’abitudine sbagliata.

Per evitare tutto ciò, c’è un modo che ci permette di proteggere la nostra sigaretta elettronica ed evitare qualsiasi ricaduta. In tutti i negozi specializzati, vendono dei gommini di forma circolare da adattare perfettamente al vetro della nostra sigaretta.

In questo modo, qualsiasi caduta pericolosa sarà attutita dalla presenza di questi gommini.

Utilizzando questo metodo, non rischieremo più di trovarci senza il nostro rito e non torneremo a fumare le sigarette che abbiamo deciso di abbandonare.

Consigliati per te