Il metodo migliore per combattere l’ansia da separazione del cane

Tra i problemi che i proprietari di cani devono affrontare più spesso vi è l’ansia da separazione. Questo disturbo si manifesta quando le persone a cui il cane è più affezionato si allontanano da lui, per periodi lunghi o brevi. Tra i comportamenti più tipici vi sono l’abbaiare, il guaire e soprattutto avere comportamenti distruttivi, masticare oggetti in casa o distruggere mobili o soprammobili.

L’ansia da separazione è comune nei cuccioli, ma può manifestarsi anche nei cani adulti. Fortunatamente però, possiamo guarire o per lo meno limitare fortemente il problema educando il cane nel modo corretto. E c’è un metodo in particolare che possiamo utilizzare subito per limitare l’ansia da separazione del cane.

Ignoriamolo quando usciamo e quando rientriamo

Il metodo più semplice e immediato per combattere fin da subito l’ansia da separazione del cane consiste nel rendere il momento dei saluti il meno importante possibile. Dovremmo quindi ignorare il cane completamente, a partire da almeno un quarto d’ora prima la nostra partenza. Al ritorno, evitiamo di fare una grande scena di saluti quando siamo riuniti con il nostro cane. Aspettiamo invece di nuovo almeno un quarto d’ora prima di dare attenzione a Fido. Ma perché questo metodo funziona?

Il metodo migliore per combattere subito l’ansia da separazione del cane

Per combattere l’ansia da separazione il cane deve capire che si deve comportare allo stesso modo quando noi siamo in casa e quando siamo fuori casa. Per questo, il momento dei saluti non deve essere ‘marcato’. Il cane non deve nemmeno accorgersi che siamo usciti. Cerchiamo quindi di evitare carezze e saluti sulla porta, sia mentre usciamo che mentre rientriamo.

Alleniamoci prima su brevi periodi

È questo il metodo migliore contro l’ansia da separazione. Ovviamente ci vuole tempo per abituare il cane a comportarsi normalmente quando siamo fuori casa. Non lasciamolo da solo tutto il giorno. Tranne alcune razze, infatti, i cani in generale non amano affatto la solitudine, e dopo diverse ore è normale che assumano comportamenti distruttivi. Cominciamo quindi prima con una separazione di pochi minuti. Senza dare alcun preavviso, usciamo di casa ignorando completamente il cane. Torniamo qualche minuto dopo, di nuovo ignorando il cane per un periodo.

Cerchiamo di ripetere spesso questo esercizio, allungando poco per volta i tempi in cui ci allontaniamo dal nostro cane. Se l’ansia da separazione non migliora, sarà probabilmente necessario rivolgersi a un addestratore professionista.

Lettura consigliata

Ecco perché il nostro cane ci segue dappertutto in casa e non è solo perché ci ama

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te