Il mese di gennaio potrebbe segnare l’inizio di un profondo ribasso sul Ftse Mib Future

Il mese di gennaio potrebbe segnare l’inizio di un profondo ribasso sul Ftse Mib Future?

Nell’articolo di settimana scorsa La pausa di riflessione del Ftse Mib Future deve preoccupare o è solo una pausa nel percorso che porta a quota 30.000? segnalavamo un livello importante da monitorare in chiusura di settimana:

va notato che le quotazioni si sono appoggiate sul supporto in area 22.200 e che i ribassisti potrebbero prendere il sopravvento nel caso di una chiusura settimanale inferiore a questo livello.

Purtroppo per i rialzisti la chiusura settimanale ha visto la rottura del supporto indicato e questo evento dovrebbe segnare l’inizio di una fase ribassista i cui contorni saranno discussi nei prossimi paragrafi.

Scopri i vantaggi del trading con il leader nel settore
Se riesci a individuare le opportunità quando gli altri non le vedono, noi ti aiuteremo a sfruttarle nel modo migliore.

Scopri di più

Sicuramente quanto accadrà a livello politico italiano avrà un’enorme influenza sull’andamento del Ftse Mib Future, ma al solito a sapere leggere bene i segnali dei grafici potrebbe dare un vantaggio notevole all’investitore attento.

Il mese di gennaio potrebbe segnare l’inizio di un profondo ribasso sul Ftse Mib Future: le indicazioni dell’analisi grafica

Alla chiusura del 22 gennaio il Ftse Mib Future ha visto chiudere le sue quotazioni a 22.040 in ribasso dello 1,64% rispetto alla seduta precedente. La settimana, invece, si è conclusa con una variazione al ribasso del 1,09%.

Time frame settimanale

La settimana appena conclusasi ha visto due importanti segnali: la rottura del supporto in area 22.200 e il segnale ribassista dello Swing Indicator. Ci sono, quindi, tutti i presupposti per un ritorno in area 20.320 (I obiettivo di prezzo). Su questo livello, poi, si decideranno le sorti di lungo periodo. Una chiusura settimanale inferiore a 20.320, infatti, potrebbe far accelerare al ribasso le quotazioni con obiettivo in area 18.000.

L’immediato recupero di area 22.200, invece, potrebbe ripristinare la tendenza al rialzo con obiettivo in aera 23.300. Al raggiungimento di questo scenario potrebbe iniziare una fase laterale con base in area 22.200 oppure una chiusura settimanale superiore a 23.300 con obiettivo in area 26.360.

Ftse Mib Future

Ftse Mib Future: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

Time frame mensile

La rottura dell’importante resistenza 21.900 (I obiettivo di prezzo sul time frame mensile) continua a essere confermata, ma le quotazioni si stanno avvicinando pericolosamente. I ribassisti tornerebbero a controllare la tendenza in corso nel caso di chiusure mensili inferiori a 21.900. In questo caso sarebbero possibili discese fino in area 18.000. Qualora, poi, anche questo livello dovesse essere rotto al ribasso, allora le quotazioni potrebbero dirigersi verso il I obiettivo di prezzo in area 11.350.

In caso di tenuta del supporto, invece, ci sarebbero i presupposti per una prosecuzione del rialzo fino al II obiettivo di prezzo in area 30.700. La massima estensione del rialzo in corso si trova in area 39.250 (III obiettivo di prezzo).

Ftse Mib Future

Ftse Mib Future: proiezione rialzista in corso sul time frame mensile. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello dei volumi mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi. Nel pannello inferiore è mostrato lo Swing Indicator che mostra i segnali al rialzo e al ribasso sullo strumento in questione.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te