Il gestore del ristorante è responsabile dell’incolumità del cliente e paga i danni

Forse non sapevate che il gestore del ristorante è responsabile dell’incolumità del cliente e paga i danni.

In effetti l’importante chiarimento è arrivato da poco dalla Corte di Cassazione, con la  ordinanza n. 9997/2020.

In altri articoli avevamo già sottolineato come il rapporto tra voi ed il gestore del locale pubblico non sia altro che un vero contratto. Voi stipulate un contratto con il barista anche  quando gli chiedete, a voce, un semplice caffè.

Da questo contratto derivano precisi diritti e doveri per le parti. Per il gestore, in particolare, anche l’obbligo di garantire l’incolumità del proprio cliente.

Il gestore del ristorante è responsabile dell’incolumità del cliente e paga i danni. I motivi

La sentenza della Corte di Cassazione

La Cassazione in questo caso decide in merito alle ustioni riportate da una ragazza a cui il cameriere aveva fatto cadere una pizza fumante sul braccio. La Corte parte proprio dal presupposto che il cliente, entrando nel locale, stipuli un contratto di fatto con il gestore. Poichè il gestore è l’unico che può garantire l’esistenza dei requisiti minimi di sicurezza nel locale deve per questo garantire l’incolumità fisica del cliente.

L’incolumità fisica, infatti, è uno degli obblighi che nascono da quel particolare contratto che consiste nel fornire ospitalità al cliente, e non solo un pasto caldo. Quest’ultimo potrebbe essere servito anche in un take away. Al ristorante, invece, si va per trascorrere del tempo, per gustare cibo e compagnia. Ecco perché il contenuto della prestazione del gestore è più ampio e comprende anche la garanzia dell’incolumità fisica finché il cliente si trova nel locale.

Per spiegare questo concetto la Cassazione fa un paragone tra il contratto di ristorazione e quello che si stipula con l’albergo o con la compagnia marittima quando prendiamo un traghetto. In tutti questi casi il cliente affida la propria persona all’albergo o alla compagnia di navigazione, che devono perciò garantire l’incolumità di chi viaggia o si gode una vacanza.

Il gestore del ristorante è responsabile dell’incolumità del cliente e paga i danni

Quando chiederete i danni al ristoratore non fatevi scoraggiare se dovesse dirvi che si è trattato di un caso fortuito, di un incidente inevitabile.

Il concetto di caso fortuito in giurisprudenza è molto preciso. Il ristoratore, per non essere responsabile dei danni, dovrebbe dimostrare che veramente non avrebbe potuto fare niente per evitare l’accaduto. Per esempio, nel caso deciso dalla Corte di Cassazione, se la ragazza si fosse alzata di scatto il cameriere non avrebbe potuto evitare l’impatto.

Se invece siete tranquillamente seduti al vostro posto e vi rovesciano un caffè bollente addosso il cameriere qualcosa avrebbe potuto fare per evitare il danno. Avrebbe potuto evitare di far passare il caffè proprio sopra la vostra testa, scegliendo un percorso diverso. La vecchia prudenza di sempre, la cui mancanza rende il gestore responsabile dei danni che voi subite.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te