Il futuro degli eserciti sono davvero i robot come ipotizzano gli inglesi?

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Un annuncio clamoroso quello arrivato dall’Inghilterra poche ore fa: entro il 2030 l’esercito di Sua Maestà inserirà tra i suoi effettivi dei robot. Non più quindi solo militari in carne e ossa, ma anche androidi comandati e controllati dal servizio remoto. La conferenza stampa tenuta dal capo di Stato maggiore dell’esercito britannico ha ovviamente ottenuto un’immediata risonanza mediatica. Vediamo più nel dettaglio, assieme agli Esperti della nostra Redazione le caratteristiche di questa operazione.

Pandemia e mancanza di volontari

Il futuro degli eserciti sono davvero i robot come ipotizzano gli inglesi, costretti ad arruolare delle macchine a causa della mancanza di effettivi nel proprio esercito. Complici, infatti sia il periodo di pandemia che una minor partecipazione britannica alle missioni, gli effettivi dell’esercito si sono ridotti a circa 75.000 uomini. Praticamente un record negativo per una delle forze militari da sempre più numerose e attive dell’intero panorama internazionale. Attualmente il “British Army” è impegnato all’estero soprattutto in missioni di pace, ricostruzione e consolidamento, sotto il comando dell’ONU e delle forze dei “Caschi Blu”.

Almeno 30.000 robot

Nonostante la riduzione degli investimenti e dei fondi in ottica militare, gli alti vertici britannici hanno comunque annunciato che investiranno nella robotica con almeno 30.000 unita. Ma non si parlerà solo di elementi sostitutivi della classica fanteria. Allo studio c’è infatti un prototipo ultramoderno di drone, sperimentato nelle campagne antiterrorismo, in grado da solo di puntare i bersagli e sparare con dotazioni molto sofisticate. Saranno utilizzati anche dei mini-carri armati in grado di entrare e sfondare i nascondigli più incredibili, armati di sofisticatissime telecamere a infrarossi.

Nessuna indipendenza

Se il futuro degli eserciti sono davvero i robot come ipotizzano gli inglesi, la mente che li muove rimarrà comunque sempre umana. Non ci sarà infatti spazio per automi autonomi, utilizzando un gioco di parole, sempre comunque troppo pericolosi per la nostra mentalità. Complici probabilmente anche i film di Hollywood, in cui le macchine si ribellavano all’uomo, causando morte e devastazione.

Approfondimento

Non dobbiamo assolutamente permettere ai nostri figli di giocare a questo gioco sul web perché rischiamo di perderli per sempre

Le video guide di PdB - Iscriviti al nostro canale per seguire i nostri eventi e format

Consigliati per te