Il Ftse Mib sotto una resistenza storica

Da molti anni il nostro indice Ftse Mib non riesce a superare una resistenza storica.

I motivi di tipo macro e politico-istituzionali, che potrebbero spiegare tale circostanza, sono molteplici e ci siamo soffermati diverse volte nella loro disamina.

In questo articolo approfondiamo invece, alcuni aspetti di analisi tecnica e ciclica. Ci domandiamo, in particolare, quanto segue.

Questa resistenza poteva essere individuata ancor prima del suo manifestarsi?

Quale strada prenderà il nostro indice, verso un superamento o, invece, verso un ribasso, confermando tale livello resistenziale per l’ennesima volta?

Quali altre analisi convergono verso una conferma di tale resistenza?

Ma procediamo con ordine, partendo dal seguente grafico, basato su tecniche di Gann.

Il Ftse Mib sotto una resistenza storica

Il seguente grafico si basa su candele mensili ed applica tecniche di Gann.

Ftse Mib resistenza Gann

Il reticolato, sovrapposto ai prezzi, è costituito dall’applicazione di un pattern, definito quadrato di minimo di 90.

Tale pattern viene applicato partendo dal minimo sulla sinistra in basso del grafico, corrispondente al bottom originatosi al termine della discesa dal massimo del 2007.

È rilevante notare come tale pattern consentisse una proiezione anticipata di livelli rilevanti di supporto o di resistenza, compresa la resistenza statica, rappresentata da una retta orizzontale rossa.

In particolare notiamo che tale retta ha continuato a fungere da resistenza statica, senza mai essere superata al rialzo.

Unica volta in cui le quotazioni hanno tentato la rottura si era verificata a febbraio 2020, ma poi non c’è stata la relativa conferma, con una chiusura mensile sotto la resistenza.

Una volta nuovamente raggiunto il medesimo livello, a partire dal mese di marzo 2021, le quotazioni si sono arrestate lungo questo riferimento statico.

L’attuale barra mensile corrisponde anche ad un setup temporale, indicato dalla retta verticale blu.

Si è quindi venuta a determinare una convergenza tra prezzo e tempo, che rafforza la valenza resistenziale dell’attuale livello.

Conferme dal metodo Magic Box

Il metodo proprietario Magic Box, settato su grafico a barre settimanali, pare confermare le pregresse indicazioni, in base al seguente grafico.

Target Magic Box

La retta orizzontale, nella parte superiore del grafico, indica un target di prezzo, che pare essere stato perfettamente centrato.

La retta obliqua ascendente, all’intersezione con la retta orizzontale, indica un setup di tempo, coincidente con il raggiungimento del target di prezzo, come evidenziato dalla freccia nera.

Ulteriore indicazione che, quindi, conferma le indicazioni di Gann.

Un ciclo verso un bottom di metà giugno

Infine, nel seguente grafico, relativo al time frame giornaliero, viene indicato un potenziale ciclo, che potrebbe concludersi su un bottom verso metà giugno, esattamente il 17 giugno.

Ciclo Ftse Mib

Infatti, ipotizzando che il ciclo di medio termine segua la stessa dinamica del precedente ciclo (un ciclo intero è indicato da un semicerchio verde), dovremmo trovarci nel quarto ed ultimo sottociclo del ciclo in corso. Statisticamente, la parte maggiormente ribassista, con chiusura segnalata dalla freccia nera a destra, attorno al 17 giugno.

Conclusioni

Diversi metodi di analisi evidenziano la presenza di elementi resistenziali sia in termini di prezzo, che di tempo.

Pertanto, a proposito del tema di questo articolo: “Il Ftse Mib sotto una resistenza storica”, una conferma delle ipotesi ribassiste troverebbe conferma con una chiusura mensile inferiore al minimo della precedente barra sul medesimo time frame.

Viceversa, eventuali rotture rialziste della resistenza storica dovrebbero essere parimenti confermate almeno da una chiusura mensile superiore, per evitare falsi segnali, come già verificatosi a febbraio 2020.

A cura di Gian Piero Turletti, autore di “Magic Box” e “PLT

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te