Il Fisco premia chi usa il Pos con sconto del 50% delle sanzioni e non solo

Il Fisco premia coloro che utilizzano gli strumenti di pagamento elettronico con numerosi vantaggi con riduzione delle sanzioni al 50%. La riduzione spetta anche a coloro che hanno optato per il regime forfettario. Tuttavia, bisogna fare molta attenzione perché basta poco per perdere il vantaggio. Infatti, è sufficiente la presenza anche di un solo pagamento effettuato con mezzi non tracciati. Analizziamo come il Fisco premia chi usa il Pos con sconto del 50% delle sanzioni e non solo.

I benefici fiscali per coloro che utilizzano strumenti tracciabili

L’utilizzo di strumenti di pagamento elettronico (attraverso carte di credito, bancomat, ecc.) consente di ottenere vantaggi anche sul campo fiscale. Infatti, consente di beneficiare di una riduzione di circa il 50% per le sanzioni inerenti violazioni in materia di dichiarazione IVA e obblighi strumentali. I benefici spettano agli operatori con compensi e ricavi non superiore a 5 milioni di euro.

Per accedere ai benefici fiscali bisogna indicare nella dichiarazione dei IVA e redditi, gli estremi dei rapporti intrattenuti con gli operatori finanziati. Inoltre, bisogna rapportare i dati all’anno a cui si riferisce la dichiarazione e per cui si richiedono i benefici fiscali.

Il Fisco premia chi usa il Pos con sconto del 50% delle sanzioni e non solo

Oltre alla riduzione del 50% delle sanzioni, un altro vantaggio se si utilizzano i mezzi di pagamento tracciabili, è dato dalla riduzione dei termini di accertamento delle dichiarazioni. La riduzione è di due anni per accertamento dei redditi di lavoro autonomo, redditi di impresa e ai fini dell’IVA.

Per perdere i benefici fiscali basta davvero poco; infatti, si decade dal beneficio in presenza di un solo pagamento effettuato senza mezzi tracciabili.

Premiati anche i forfettari

Il Fisco premia anche i contribuenti forfettari con un riduzione di un anno dei termini di accertamento, se il fatturato dell’anno è documentato con fatture elettroniche. Inoltre, se il contribuente forfettario garantisce anche la tracciabilità dei pagamenti e degli incassi oltre il valore di 500 euro, la riduzione dei termine potrebbe diventare di due anni.

Consigliati per te