Il fashion diventa sempre più inclusive

L’inclusività è un tema che sta crescendo sempre più. Negli ultimi anni vi è stato un vero e proprio boom. Così anche l’industria della moda sta cambiando e il fashion diventa sempre più inclusive. Ne è prova la seconda edizione del ranking annuale Diversity Leaders. Per le azienda USA il tema inclusive è da sempre al centro delle policy aziendali, dove è presente una maggiore sensibilità sul tema, data dal melting pot di persone. Ma come negli USA anche l’Europa, secondo il ranking, sta cambiando e sta diventando più inclusive.

Il ranking

Dal ranking emerge che l’azienda luxury più inclusive è Hermès, che si posiziona al quinto posto, seguita poi da Giorgio Armani che invece si posiziona al sesto. Queste due aziende sono quelle che si posizionano nella top 10 delle aziende europee più inclusive fashion. Tuttavia il mercato della moda non si ferma solo a queste due posizioni, ma anche Prada e Hugo Boss entrano nella classifica delle prime top 100.

Sono presenti anche marchi beauty come ad esempio Kiko Milano, che si posiziona al numero 71. Oppure il colosso Benetton che si guadagna il 111esimo posto. O ancora EssilorLuxottica e, infine, Calzedonia Group al 711esimo posto.

La statistica annuale di Diversity Leaders, promossa dal Financial Times con la partnership di Statista, è stata stilata grazie ad un questionario rivolto a 100 mila dipendenti di 15 mila aziende in 16 paesi europei tra aprile 2020 e agosto. Questa si basa ovviamente sulla percezione che hanno i dipendenti sulla azienda in tema inclusive: età, etnia, genere, disabilità e orientamento sessuale. Oltre ai dipendenti sono state accolte le dichiarazioni anche del dipartimento risorse umane delle varie aziende.

I fashion diventa sempre più inclusive non solo fuori, ma anche dentro

Se da una parte questo cambiamento si era visto magari nella scelta di testimonial, ad esempio Gucci ha scelto la modella Ellie Goldstein come volto della campagna beauty, adesso questo cambiamento si sta vendendo anche all’interno delle aziende a livello corporate.

 

Approfondimento

Quali sono i 3 brand italiani nella top dei marchi globali a maggiore valore economico?

Consigliati per te