Il dollaro ha provato a forzare la mano, ma l’euro ha reagito ripartendo al rialzo. Verso quali obiettivi?

Nel corso delle ultime sedute il dollaro ha provato a forzare la mano, ma l’euro ha reagito ripartendo al rialzo. È questa la fotografia della settimana appena conclusasi. Dopo le prime tre sedute della settimana che hanno visto l’euro perdere terreno, infatti, il colpo di reni finale cui abbiamo assistito tra giovedì e venerdì ha permesso alla moneta unica europea di ripartire al rialzo.

Ci sono, quindi, tutti i presupposti per una continuazione del rafforzamento del cambio euro dollaro anche nel breve periodo. Tuttavia non bisogna abbassare la guardia in quanto il rovesciamento di fronte è sempre dietro l’angolo.

l dollaro ha provato a forzare la mano, ma l’euro ha reagito ripartendo al rialzo. Verso quali obiettivi?

Il 13 novembre la chiusura del cambio  euro dollaro (FXEURUSD) è stata a 1,1835 in rialzo dello 0,26% rispetto alla seduta  precedente. La settimana, invece, si è conclusa con un ribasso dello 0,34%.

Time frame giornaliero

Il rialzo delle ultime due sedute della settimana ha permesso all’euro di mantenere intatta la sua forza nei confronti del dollaro. Tuttavia il pericolo di un’inversione ribassista è ancora dietro l’angolo. Come si vede dal grafico, infatti, la resistenza in area 1,1888 rappresenta un ostacolo che già in passato ha frenato il rafforzamento dell’euro. Qualora per la quarta volta consecutiva la resistenza non dovesse essere rotta, allora potremmo aspettarci una brusca inversione di tendenza al ribasso.

In caso contrario, invece, gli obiettivi sono quelli indicati in figura.

euro dollaro

Euro Dollaro: proiezione rialzista in corso sul time frame giornaliero. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello inferiore riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1.

Time frame settimanale

Prosegue il movimento laterale chiaramente visibile dal grafico. Per una ripresa della direzionalità nel medio periodo bisognerà attendere o la rottura della resistenza in area 1,2068 oppure del supporto in area 1,1624.

Al rialzo gli obiettivi sono quelli indicati in figura. Al ribasso, invece, dovremmo andare a calcolarli a inversione avvenuta.

euro dollaro

Euro Dollaro: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello inferiore riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1.

Time frame mensile

Il livello chiave sul time frame mensile è area 1,2007. Una chiusura mensile superiore a questo livello aprirebbe le porte a una continuazione rialzista verso il I obiettivo di prezzo in area 1,2828. I successivi obiettivi rialzisti sono quelli indicati in figura.

La mancata rottura di area 1,2007, invece, potrebbe favorire ritracciamenti verso il supporto in area 1,1487. La mancata tenuta di questo livello favorirebbe un’inversione ribassista.

euro dollaro

Euro Dollaro: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello inferiore riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1.

Approfondimento

Molto rumore per nulla per l’euro dollaro

I risultati delle previsioni presenti in questo articolo si basano su calcoli statistici spiegati negli ebook pubblicati da ProiezionidiBorsa ed elaborati sulla base dello storico dei prezzi a disposizione. (Ricordiamo, inoltre, di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te