Il Covid nascosto nelle acque di scarico

Il Covid nascosto nelle acque di scarico? Possibile!?

Il Reparto della Qualita’ delle Acque del Dipartimento Ambiente e Salute dell’Istituto Superiore della Sanita’ ha scovato il Covid anche nelle acque di scarico. Trattandosi di acque che non entreranno piu’ nelle abitazioni delle persone ma che provengono da esse, il dato non e’ allarmante o preoccupante. Anzi, lo studio condotto potrebbe servire ad individuare nuovi focolai. Allo scopo di effettuare le analisi del caso, sono stati selezionati campioni di acque di scarico raccolti dal mese di febbraio a Milano e di marzo a Roma. Senonche’, sia in quelle prelevate nella zona occidentale che orientale di Milano, che in quelle della zona orientale di Roma, e’ stata confermata la presenza dell’RNA del coronavirus.

A cosa servirebbe questo prelievo?

Come sostenuto dal direttore del reparto di Qualita’ dell’Acqua e della Salute, detto prelievo potrebbe concorrere nella ricerca di individuazione del virus. Il tutto, come una sorta di tracciamento dello stesso. Il Covid nascosto nelle acque di scarico?!

Infatti, il controllo delle acque della fognatura dei centri urbani, potrebbe rappresentare uno strumento non invasivo per rilevare precocemente la presenza di infezioni nella popolazione. Cosi’, Luca Lucentini spiega: “Così, nella Fase 2 questa sorveglianza “potrà monitorare in modo indiretto la circolazione del virus” ed “evidenziare precocemente una sua eventuale ricomparsa, consentendo quindi di circoscrivere più rapidamente eventuali nuovi focolai epidemici.” Non è una novità, questo controllo “viene già usato per altri virus, come quello della polio”.

Tuttavia, il direttore assicura anche che aver trovato tracce del patogeno nell’acqua fognaria, non implica alcun rischio per la salute umana. Infatti, il processo che caratterizza la potabilizzazione delle acque, e’ sicuro e controllato rispetto alla diffusione del Covid-19, come di tutti gli altri patogeni. Allo stesso modo, i sistemi di fognatura e depurazione. Quindi, il ritrovamento di RNA virale, puo’ essere soltanto un indice di tracciamento del virus, senza alcun effetto dannoso.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te