Il Covid colpisce ancora con la nuova variante. E le Borse crollano

Molti pensavano che con l’arrivo del vaccino, qualcosa potesse iniziare a filare liscio. O almeno si sperava quanto prima in un piccolo cambiamento positivo. Oggi la doccia fredda sui mercati che tutto si aspettavano tranne questo: il Covid colpisce ancora con la nuova variante e spaventa le Borse. E non a caso. Infatti tutte le speranze erano riposte sui vaccini e sui tempi tecnici di ripresa, tempi che che, si pensava, sarebbero stati essere brevi.

Una zavorra molto forte se non altro perché prolunga l’incertezza sui tempi di uscita dall’emergenza. Non solo, ma anche sulle modalità di gestione del virus stesso che è stato definito, dalle autorità inglesi, “fuori controllo”. Sulla sua pericolosità c’è ancora molto da capire ma l’unica cosa certa è che la sua velocità di trasmissione e le modalità di contagio sono molto più veloci del previsto. Insomma tutto ciò che i mercati odiano.

I mercati internazionali

Una panoramica sui listini conferma quanto detto. Infatti quando sono le 14 il mercato tedesco vede un passivo del 2,8% seguito da quello francese a -2,66%. NOn cambiano le cose oltre la Manica: Londra perde il 2,2%. Idem per la realtà statunitense dove i futures dei tre maggiori listini vanno dal -1,67% dell’S&P 500 al -1,4% del Dow passando per il -1% del Nasdaq.

Piazza Affari

Il Covid colpisce ancora con la nuova variante. E Piazza Affari non fa eccezione. Mercati in rosso anche in Italia dove il Ftse Mib, nello stesso momento, viene fotografato a -2,6%. Sul fronte dei rating sono pochi i buy degli analisti. Da segnalare il report di Equita che punta, ad esempio, su titoli come A2a (target fissato a 1,55 euro), Anima Holding (4,80 euro), Astm (27,20 euro), Banco Bpm (2,20 euro), Enel (MIL:ENEL) (9,30 euro), Fca (20,50 euro), Intesa Sanpaolo (2,30 euro) e Telecom Italia (0,47 euro).

Gli eventi più importanti nel calendario

Agli orari prefissati si può consultare il calendario macroeconomico per leggere l’esito dei dati macroeconomici pubblicati. Tra i dati macroeconomici pubblicati oggi è di particolare importanza la bilancia commerciale extra UE dell’Italia che a novembre registra un risultato pari a 6,68 miliardi, risultato inferiore rispetto al precedente di 7,16.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te