Il coniuge perde l’eredità in caso di separazione?

Il team di Redazione risponde alle richieste dei Lettori che chiedono se il coniuge perde l’eredità in caso di separazione. Con il venir meno del vincolo matrimoniale potrebbe decadere anche il diritto alla quota legittima di eredità? Come ben sappiamo non possiamo decidere liberamente di destinare i nostri beni unicamente a chi vorremmo, né dettare condizioni agli eredi. L’articolo 549 del codice civile impedisce di imporre limitazioni o accampare pretese. Nel senso che non si può lasciare in eredità un bene a patto che il ricevente rispetti ad esempio la raccomandazione di non venderlo.

Una percentuale del patrimonio che rientra nell’eredità coincide con la quota legittima, ossia con la porzione di beni da destinare ai legittimari. Il coniuge rientra di diritto fra gli eredi che hanno diritto alla quota indisponibile o legittima. Nell’articolo “Quando il coniuge eredita tutto” troverete indicazioni sui casi in cui al coniuge superstite spetta l’intero patrimonio. Ovviamente risulta lecito chiedersi se il coniuge perde l’eredità in caso di separazione o se conserva il diritto alla successione. Ciò perché al momento della separazione, che sia consensuale o giudiziale, viene meno la comunione dei beni, ma alcuni doveri permangono. Per capire se il coniuge può accampare pretese sull’eredità occorre sapere quale dei due coniuge ha chiesto al giudice la separazione. In altri termini bisogna individuare il responsabile della fine dall’unione matrimoniale e quindi su cui pesa l’addebito della separazione.

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 5051 - 6566+

Clicca sull'età

Prestiti 2021

Ecco le Convenzioni, ma non tutti rientrano, perchè?

Verifica subito se rientri

30 - 50

51 - 65

66+

Clicca sull'età

Il coniuge perde l’eredità in caso di separazione?

Non conviene rendersi responsabile della conclusione di una storia matrimoniale. Chi difatti è causa della separazione si fa carico dell’addebito e pertanto perde il diritto ad ereditare i beni dell’ex coniuge. Pertanto non rientra nella successione e quindi non percepisce la quota legittima il coniuge che si è battuto per ottenere la separazione. Al contrario, il coniuge che ha subito la separazione rientra di diritto nell’asse ereditario e riceve la legittima come se fosse ancora coniugato.

Consigliati per te