Il cane grande e buono da appartamento oltre Labrador e Golden

I cani sono presenze sempre più costanti e diffuse nelle nostre case. Secondi alcuni sondaggi circa il 27% delle famiglie italiane possiede un cane. Questo corrisponde a ben 5,9 milioni di persone. E molti dati sembrano indicare una sempre maggiore passione e curiosità verso gli amici a 4 zampe. Tra i motivi che in molti indicano per la preferenza c’è quello di avere una compagnia costante e fedele.

Per molti anziani rappresenta uno stimolo per muoversi e fare una passeggiata. Ma anche per tanti bambini rappresenta un compagno di giochi per spendere molte ore in maniera creativa e serena.

Moltissimi, però, hanno l’esigenza di possedere un cane in appartamento, non avendo a disposizione case in campagna e giardini. Spesso la scelta ricade su razze note per la loro indole buona e paziente. Tra i cani grandi i Labrador e i Golden Retriever sembrano i re incontrastati nelle scelte. Ma dovremmo allargare il campo per scoprire nuove specie, come lo Shar Pei. Così ecco il cane grande e buono da appartamento.

Un’indole calma e fedele

Proviene dalla Cina ed ha una taglia medio grande. Il nome significa letteralmente “manto di sabbia”, perché ha un colore soffuso e morbido e perché il suo pelo è duro e setoloso. Anche se la gradazione del pelo può variare anche al grigio. Gli amanti lo descrivono come una razza di cane dall’indole fedele, calma e molto affettuosa. Questo sia nei confronti del nucleo familiare che della persona che identifica come leader. Lo straordinario legame che lo unisce con il proprio gruppo adottivo è anche ragione di un’altra qualità. È un buon cane da guardia, visto che è diffidente tanto nei confronti degli altri cani quanto degli altri umani.

Sembra l’ideale per chi cerca un cane da appartamento. Ma le qualità che gli esperti sottolineano non finiscono qui. Non ha sottopelo, ed il pelo esterno è corto. Ciò significa non dover assistere ad una consistente muta nel corso delle mezze stagioni. Casa nostra non sarà invasa dai peli e non passeremo ore a spazzolare i soprabiti. Ma questo significa anche che lo Shar Pei è meno tutelato contro il freddo e contro il caldo. Infatti tra le funzioni del pelo c’è anche quello di fungere da isolante termico. Per questo motivo non dovremmo mai compiere un errore che in molti commettono con il proprio cane d’estate credendo di fargli un favore.

Il cane grande e buono da appartamento oltre Labrador e Golden

Dobbiamo ricordare bene queste caratteristiche per non farlo soffrire. Inoltre lo Shar Pei, tendenzialmente, non tollera di trascorrere periodi troppo lunghi da solo. Potremmo concludere che è una scelta ideale per famiglie che vivono in città, che non hanno problemi a portarlo in passeggiata e che garantiscono una qualche presenza in casa nel corso della giornata.

Se siamo in queste condizioni scopriremo un cane amabile e dall’indole tranquilla. Un compagno di vita che saprà anche proteggere i suoi spazi. Attenzione però a cercare Shar Pei solo presso allevatori professionisti. In molti segnalano il rischio di cani male alimentati o educati e con rischi congeniti alla salute dovuti a errori nella selezione. Attenzione anche a fornire una alimentazione sana. Tenderebbe ad ingrassare.

Lettura consigliata

Questa razza di cane italiana può vivere fino a 20 anni, è antichissima e una volta scelto il padrone non lo abbandonerà

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te