Il cambio euro dollaro sembra dirigersi senza indugi verso area 1,10 le attese per le prossime settimane

Continuano i guai per la moneta unica europea con il cambio euro dollaro sembra dirigersi senza indugi verso area 1,10. Già nelle scorse settimane, infatti, avevamo evidenziato come l’euro fosse su una china discendente contro il dollaro. Inoltre ogni tentativo di ripresa si era malamente arenato contro lo strapotere del dollaro.

Nel corso dell’ultima settimana vale la pena ricordare che il sentimento riguardo il biglietto verde è migliorato notevolmente dopo la pubblicazione dei dati sull’inflazione statunitense per il mese di ottobre, spingendo i rendimenti più in alto e anticipando un potenziale aumento dei tassi di interesse da parte della FED. Che sia stata questa la causa scatenante dell’accelerazione ribassista è evidente dal grafico giornaliero. Fino alla seduta di martedì, infatti, avevamo assistito a una ripresa dell’euro. Dopo la pubblicazione dei dati, invece, il disastro.

Il cambio euro dollaro sembra dirigersi senza indugi verso area 1,10 le attese per le prossime settimane secondo l’analisi grafica

Il 12 novembre la chiusura del cambio  euro dollaro (FXEURUSD) è stata a 1,1445 in ribasso dello 0,03% rispetto alla seduta  precedente. La settimana, invece, si è conclusa con un ribasso dell’1,05%

Time frame giornaliero

Da mercoledì in poi è iniziato l’incubo per l’euro che ha visto le quotazioni passare in poche sedute da area 1,16 ad area 1,1433.

Allo stato attuale, quindi, è in corso una proiezione ribassista che ha il suo prossimo obiettivo in area 1,1417 (II obiettivo di prezzo). Questo livello potrebbe rappresentare un buon punto di partenza per l’euro, ma anche l’inizio di una nuova fase ribassista che ha come obiettivo area 1,1175.

A tal proposito saranno decisive le sedute dei primi giorni della settimana.

euro dollaro

Time frame settimanale

Dopo un timido segnale rialzista di qualche settimana fa, con il recupero della forte resistenza in area 1,1618, la situazione è precipitata con le quotazioni che hanno accelerato al ribasso. Adesso, quindi, è in corso una proiezione ribassista che ha il suo prossimo obiettivo in area 1,0972 (II obiettivo di prezzo). L’eventuale rottura anche di questo supporto potrebbe spingere le quotazioni verso la massima estensione del ribasso in area 1,0328.

Solo il recupero durato di area 1,1618 metterebbe al sicuro il rialzo dell’euro contro il dollaro.

euro dollaro

Time frame mensile

Anche sul mensile il segnale è molto negativo. Tuttavia, in questo caso c’è ancora un appiglio per i rialzisti. Il supporto in area 1,1487, infatti, sta tenendo. Una chiusura mensile sotto questo livello farebbe sprofondare l’euro contro il dollaro. In questo caso l’obiettivo del ribasso sarebbe in area 1,04.

euro dollaro

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te