Il balzo dell’economia cinese nell’era post Covid 19. Una vera opportunità per gli investitori?

La Cina, non bene e nel male, è stato il primo Paese a subire l’aggressione del virus Covid 19 ma è stata anche il primo ad uscirne fuori in maniera veloce e rapida.

In questo modo le previsioni catastrofiche sulla sua economia alla fine dell’anno sono state abbondantemente smentite, dato che il PIL è cresciuto in maniera significativa.

Occupiamoci del balzo dell’economia cinese nell’era post Covid 19.

Il PIL americano ha subito un leggere calo, e quello europeo è addirittura crollato di oltre sei punti percentuali.

L’economia della Cina gode di un serie di fattori, il principale è il suo mercato interno.

La platea dei consumatori nazionali è impressionante e cresce ogni giorno che passa.

L’andamento finanziario del mercato cinese è stato in linea con quello economico dopo un crollo iniziale un recupero e alla fine un balzo in avanti.

Un tempo vi era l’impero politico della Cina, oggi in Asia vi è una vera e propria egemonia economica, e questa tendenza si accentuerà sempre di più nel prossimo futuro.

Consumi interni e grande risparmio le chiavi del successo, ma anche scarsa regolamentazione

La stessa formula economica per il boom economico italiano degli anni 50 e 60.

Nonostante i recenti provvedimenti governativi di rallentare l’economia, questa continua a crescere grazie al sostegno del mercato interno, non solo per quanto riguarda i consumi ma anche per quanto riguarda le scelte effettuate dei risparmiatori nazionali.

Il popolo cinese si affida soprattutto al mercato finanziario nazionale.

Il Cinese medio è un grande risparmiatore, che uno storico marxista definì come: “un contadino che sogna solo di diventare padrone”

Si potrebbe aggiungere che è un contadino molto nazionalista

Gli investimenti nella Borsa cinese provengono soprattutto dai propri connazionali, in questo modo vi è sempre un grosso afflusso di capitali, a sostegno del corso dei titoli.

La Borsa attuale cinese non è più quella di alcuni anni fa, legata al settore manifatturiero o industriale, oggi è molto tecnologica.

Questo comparto sta diventando sempre più preminente e entro breve tempo diventerà sicuramente prevalente, in modo tale da poter far paura anche al NASDAQ statunitense.

Come sempre questa Borsa sarà tra quelle che potranno incrementarsi maggiormente nei prossimi anni rispetto a quelle delle economie più mature.

L’unico problema è legato agli investimenti interni che possono spostare ingenti somme da un comparto all’altro in maniera veloce e anche imprevedibile.

Per terminare sull’argomento riguardante l’interessante balzo dell’economia cinese nell’era post Covid 19, come sempre il consiglio è di affidarsi a consulenti esperti. E prevedere anche delle forti oscillazioni, ma in un contesto rialzista di lungo periodo.

Per questo motivo consiglio sempre al piccolo e medio risparmiatore di avvicinarsi con dei PAC di lungo periodo e con obbiettivi d’investimento sempre sopra i 5 anni.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te