II settore immobiliare è visto in calo anche per il prossimo anno e Imvest potrebbe soffrirne. Le prospettive del titolo

Secondo una ricerca Nomisma, il settore immobiliare è visto in calo anche per il prossimo anno e Imvest potrebbe soffrirne. Lo studio effettuato da Nomisma evidenza come anche il quarto trimestre del 2020 sarà di sofferenza per il settore immobiliare e che per una ripresa bisognerà attendere il 2022. Se a questo si aggiunge che nel corso del 2020 c’è stata una contrazione di prezzi di vendita, si comprende bene come il quadro del settore immobiliare in Italia non possa che essere a tinte fosche. Conseguentemente Imvest sta soffrendo e nell’ultimo anno ha perso oltre il 40% a fronte di un settore di riferimento che ha guadagnato il 5% e un mercato italiano che ha perso il 9%.

Una situazione, quindi, abbastanza delicata da seguire con attenzione. A questo si aggiunga il fatto che  il titolo ha una capitalizzazione di poco superiore ai 5 milioni di euro. Inoltre gli scambi medi giornalieri negli ultimi tre mesi sono stati di circa 30.000 euro. Si capisce, quindi, come il titolo sia esposto a grandi fluttuazioni legate agli scambi limitati. La nostra raccomandazione, quindi, è di tradare questo titolo con molta prudenza senza sovraesporsi.

“HYCM”/
“HYCM”/

II settore immobiliare è visto in calo anche per il prossimo anno e Imvest potrebbe soffrirne: le indicazioni secondo l’analisi grafica

Il titolo Imvest (MIL:YIV) ha chiuso la seduta del 25 novembre a quota 0,113 euro  in ribasso dello 0,88% rispetto alla seduta precedente.

Nonostante le difficoltà di cui parlavamo in precedenza Imvest potrebbe  essere all’inizio di un interessante percorso rialzista.

Sul giornaliero la tendenza in corso è rialzista e rimarrà tale fino a quando le quotazioni chiuderanno la seduta sopra area 0,115 euro. In questo caso il prezzo delle azioni potrebbe dirigersi verso gli obiettivi indicati in figura con un potenziale rialzista di oltre il 50%.

Anche nel lungo periodo, però, le cose stanno migliorando. Le quotazioni, infatti, sul time frame mensile hanno raggiunto il II obiettivo di prezzo in area 0,103 euro e da quel punto hanno iniziato a mostrare i muscoli. Qualora questo segnale dovesse essere confermato, le quotazioni potrebbero raggiungere come minimo area 0,16 euro. Viceversa, la rottura in chiusura mensile di area 0,103 euro farebbe precipitare le quotazioni verso area 0,05 euro.

Time frame giornaliero

blank

Imvest: proiezione rialzista in corso sul time frame giornaliero. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

Time frame settimanale

imvest

Imvest: proiezione ribassista in corso sul time frame settimanale. Le linee oblique rosse rappresentano i livelli di Running Bisector; le linee orizzontali i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione. Sulla sinistra è mostrato il volume per ciascun livello di prezzo. Il pannello intermedio riporta il segnale di BottomHunter. Il minimo sul time frame considerato è segnato quando è uguale a 1. Il pannello inferiore mostra il volume scambiato per ciascuna barra confrontato con una media mobile esponenziale zero lag a 20 periodi.

Approfondimento

Il mercato immobiliare soffre per il lockdown, ma il titolo Gabetti vede un rialzo del 250% delle quotazioni dietro l’angolo

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te