Ideale per le verdure autunnali ecco la ricetta per una bagna cauda strepitosa da ricordare

Se abbiamo voglia di prepararci ad affrontare l’autunno con un piatto tipico, la bagna cauda piemontese è quello che fa per noi. Perfetta per accompagnare le verdure di stagione, magari anche quelle meno saporite, dando un aiuto al gusto finale. È una pietanza decisamente sostanziosa, abbastanza calorica tanto da essere spesso considerata come un piatto unico. Molti, però la ritengono anche un ottimo aperitivo per le fredde serate invernali passate con gli amici. Proprio nelle fredde occasioni conviviali, la bagna cauda trova le sue origini. Ideale per le verdure autunnali ecco la ricetta per una bagna cauda strepitosa da ricordare. Dopo aver visto che meraviglia questo piatto unico perfetto e succulento per un grande brunch con gli amici.

Pochi ingredienti ma dal sapore deciso

Gli ingredienti della bagna cauda sono decisamente pochi, ma molto intensi:

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free
  • circa 6/7 teste di aglio fresco;
  • 700 grammi di olio extravergine;
  • 400 grammi di acciughe sotto sale;
  • 120 grammi di vino rosso.

Dolcetto, Freisa e Barbera sono i vini tradizionali consigliati per la nostra ricetta. Verdure ideali da accompagnare sono le barbabietole, i peperoni, zucchine e melanzane grigliate. E ancora: finocchi, cipolle al forno e radicchio.

Ideale per le verdure autunnali ecco la ricetta per una bagna cauda strepitosa da ricordare

Ecco la ricetta originale:

  • iniziamo sbucciando le teste d’aglio, facendo un’incisione in mezzo agli spicchi, privandoli del germoglio e facendoli a fettine;
  • prendiamo una ciotola per eliminare il sale in eccesso delle acciughe, lasciandole in ammollo in acqua fredda per circa tre ore, cambiando l’acqua il più possibile. Attenzione però a non rompere le acciughe durante i cambi. Una volta che avranno perso la salatura eccessiva, apriamole ed eliminiamo la lisca spinale e le interiora. Sciacquiamo per bene sotto l’acqua corrente;
  • prendiamo a questo punto un foglio di carta assorbente e facciamoci asciugare sopra i filetti;
  • all’interno di una pirofila li andremo a inserire lavandoli col vino rosso, per poi spostare nuovamente il pesce su di un vassoio, con nuova asciugatura;
  • prendiamo il tegame e inseriamo l’aglio assieme a 1 hg circa di olio, cominciando la cottura a fuoco basso e mescolando continuamente;
  • uniamo quindi le acciughe, inseriamo il resto dell’olio e cuociamo per 30 minuti;
  • quando le acciughe saranno pronte ecco che la bagna cauda sarà solo da inserire nel suo tipico recipiente: il fojot.

Approfondimento

Ecco quando le uova possono rendere una maionese strepitosa ma anche rovinarla clamorosamente

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te