Una società del settore utilities da cui stare alla larga per il momento

A2A è una società del settore utilities che nel corso degli anni ha perso il suo appeal di investimento solido e remunerativo nel lungo periodo.

Se consideriamo, infatti, gli ultimi cinque anni, il titolo ha guadagnato il 35,1% (includendo i dividendi) mentre il settore di riferimento ha perso il 2,7%. Se, invece, accorciamo l’orizzonte temporale il quadro cambia completamente. Ad esempio nell’ultimo anno la società del settore utilities ha perso il 17,7% a fronte dei competitors che hanno perso mediamente lo 0,2%.

Anche durante la pandemia da Covid-19 le cose non sono andate bene per A2A. Il titolo, infatti, ha perso il 38,7% a fronte di un settore di riferimento che ha perso il 22,5%.

Fai trading sui mercati più famosi del mondo ed esplora le infinite opportunità con Plus500

Inizia a fare trading »

Il 76,4% degli investitori al dettaglio perde denaro sul proprio conto quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Settimana scorsa, però, sembrava che la situazione stesse per volgere al meglio quando l’indice Ftse Italia Servizi Pubblici ha ceduto il 5,4% e A2A ha guadagnato il 3,3%. Purtroppo l’inizio della settimana in corso ha cambiato nuovamente le carte in tavola con l’indice che ha guadagnato il 2,8% durante le prime due sedute, mentre A2A ha perso il 7%.

Come si vede, quindi, la situazione è molto complessa e richiede la massima attenzione.

Ad alzare il livello di rischio in questo momento c’è anche la partita in gioco sull’affare che riguarda l’aggregazione Aim, Ags, A2A. Le opposizioni del consiglio comunale di Verona, infatti, hanno chiesto  una gara pubblica con cui confrontare l’offerta di A2A con quelle di altri possibili partner.

Il titolo, comunque, rimane molto interessante con gli analisti che hanno un consenso medio Outperform con prezzo obiettivo medio che esprime una sottovalutazione del 28,4%.

Analisi grafica e previsionale sul titolo A2A

A2A  (MILA2A) ha chiuso la seduta  del 19 maggio a quota 1,1615€ in ribasso del 4,4%  rispetto alla chiusura della seduta precedente.

La proiezione in corso sul time frame settimanale è rialzista, ma da ormai 6 settimane non riesce ad avere ragione della fortissima resistenza in area 1,24824€ (I° obiettivo di prezzo). Per la settimana in corso, quindi, sarà di fondamentale importanza vedere se riuscirà il break rialzista. In questo caso le quotazioni scatterebbero verso area 1,54€ (II° obiettivo di prezzo). La massima estensione del rialzo si trova in area 1,8303€ (III° obiettivo di prezzo).

In caso contrario si accelererebbe al ribasso con inversione ribassista nel caso di chiusure settimanali inferiori a 0,9521€.

A2A

A2A: proiezione rialzista in corso sul time frame settimanale. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione.

Approfondimento

Per leggere approfondimenti, news e analisi su A2A clicca qui.

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.