I trucchi segreti dei nonni per avere piante dai pomodori dolci e succulenti 

Noi italiani abbiamo la fortuna di poter godere di un invidiabile clima. Le temperature sono perfette per la coltivazione di frutta e verdura dolci e saporite. Fra queste come non annoverare i famosi pomodori. Ne esistono centinaia di specie. Le soluzioni che andremo a proporre si possono adottare per qualsiasi varietà. I risultati saranno sorprendenti. Dunque vediamo quali sono i trucchi segreti dei nonni per coltivare piante dai pomodori dolci e succulenti.

Per chi ha la possibilità di coltivare i prodotti direttamente a terra un segreto tramandato suggerisce di non piantare i pomodori nello stesso posto per tre anni di seguito. Questo perché, dopo questo lasso di tempo, il terreno è meno fertile. Dunque le piantine tenderanno a produrre meno frutti.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Per i tanti invece che scelgono di seminare i deliziosi ortaggi in vaso, è sempre bene seguire le indicazioni per la semina riportate sulla confezione. Solitamente ci sono consigli sul periodo migliore per piantarli e sull’esposizione al sole. Vediamo invece i trucchi segreti dei nonni per avere piante dai pomodori dolci e succulenti.

Dopo aver scelto il contenitore in cui seminare, prendiamo una bottiglia di plastica. Togliamo il fondo. Mettiamola poi al centro del vaso rovesciata, quindi con il collo verso il fondo del vaso. Poniamo la terra intorno alla bottiglia lasciando che l’apertura di questa sporga di pochi centimetri. Quindi procediamo a piantare i semi. Per innaffiare basterà versare l’acqua nel foro della bottiglia. In questo modo l’acqua raggiungerà direttamente le radici e si eviteranno inutili sprechi.

È risaputo che la pianta di pomodoro necessita di abbondante umidità. Dunque per diminuire l’evaporazione è fondamentale coprire la base con foglie e pezzetti di legno. In gergo tecnico questa operazione viene definita pacciamatura.

Il trucco

Un antichissimo trucco della tradizione infine vuole che i pomodori risultino più dolci e succosi se al terreno si aggiunge del bicarbonato di sodio. Questo andrà miscelato alla terra durante la semina e periodicamente spolverato durante la crescita della pianta. Grazie a questa operazione inoltre si salvaguarderanno le nostre piantine dagli attacchi di funghi e parassiti.

Altri due ottimi alleati per difendere i pomodori sono la calendula ed il garofano d’india. Infatti l’odore che sprigionano queste due piante e la loro forma terrà lontani dalle nostre piante i vermi cilindrici. Questi animaletti sono pericolosi perché deformano gambi e radici delle piantine di pomodori. Non permettono quindi la circolazione delle sostanze nutritive.

Un ultimo vecchio trucco ricorre alle proprietà antibatteriche dell’aglio. Si potrà dunque piantarne una testa nel medesimo vaso per allontanare i parassiti. In alternativa si potrà innaffiare con dell’acqua in cui si sono macerati degli spicchi. In media si calcola uno spicchio schiacciato mediamente grande per ogni litro di liquido.

Ecco dunque svelati i trucchi segreti dei nonni per avere piante dai pomodori dolci e succulenti.

Approfondimento

I trucchetti che pochi conoscono per capire le piante ed averle sempre sane e rigogliose

Consigliati per te