I trucchi per sfruttare al massimo l’allenamento sul tapis roulant

In un articolo precedente si è trattato delle alternative più divertenti ed efficaci per allenarsi senza andare in palestra. In quel caso ci si indirizzava a coloro che non amano chiudersi dentro una stanza con delle macchine per mantenersi in forma. Per coloro che invece amano le palestre e si sentono confortati dal rumore delle macchine di potenziamento, affidiamo alcuni consigli per l’utilizzo di una in particolare: il tapis roulant.

Ecco i trucchi per sfruttare al massimo l’allenamento sul tapis roulant.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Aloe Vera Slim, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Dimagrire ed essere sempre più in forma

Sia che la sessione di lavoro avvenga in palestra, sia che avvenga in casa propria, è bene stabilire il lavoro in base agli obiettivi che ci si propone.

Se per esempio si ha bisogno di dimagrire, è necessario un allenamento basato sulla durata e sulla costanza durante la settimana. Se invece si desidera rafforzare la muscolatura e migliorare la resistenza, ci si soffermi sulla pendenza, sulla durata e quindi sull’intensità dell’allenamento.

Per questa ragione, la prima cosa da fare è predisporre il pannello di controllo del tapis roulant. Ci si può far aiutare dal trainer della palestra che conoscerà perfettamente il funzionamento della macchina. Mentre se si è a casa, si sfrutterà il libretto delle istruzioni.

La ragione per cui il pannello di controllo è importante è che permette di stabilire se procedere con un programma impostato dalla macchina o crearlo ad hoc. Il pannello di controllo permette anche la regolazione di velocità e pendenza.

Che tipo di tapis roulant?

Esistono varie tipologie di tapis roulant che possono adattarsi a varie necessità:

Il tapis roulant magnetico è una macchina base, adatta a tutti, specialmente se si decide di acquistarlo per casa. Il display di cui è fornito sarà un ottimo consigliere circa tempi di allenamento, calorie bruciate, fatica e tipologia di camminata o corsa. Alcuni sono provvisti di rilevatore della frequenza cardiaca.

Invece, il tapis roulant elettrico pieghevole è ancor più comodo del primo, perché può chiudersi ed essere riposto senza togliere spazio. In questo caso ci sono 12 tipi di allenamenti, un display digitale che permette di controllare dispendio calorico, velocità, andamento etc..

I trucchi per sfruttare al massimo l’allenamento sul tapis roulant

Quando si è deciso quale allenamento fare è ora di salire sulla pedana. La prima fase è quella dedicata al riscaldamento. È sconsigliato iniziare un allenamento senza un previo riscaldamento perché si potrebbe nuocere alle giunture o strappare i muscoli.

Quindi si inizia con una camminata che man mano viene velocizzata e ciò avviene anche se si è scelto un programma predefinito.

Durante tutto l’allenamento bisogna assicurarsi di mantenere una posizione corretta, che spesso può essere compromessa dall’utilizzo delle maniglie laterali del tapis roulant. Infatti, oltre a bruciare meno calorie, appoggiarsi sulle maniglie crea una cattiva disposizione del corpo e aumenta l’affaticamento muscolare.

Si consiglia di sfruttare il movimento delle braccia in funzione della corsa o della camminata. In questo modo si avrà una migliore percezione del proprio corpo e della postura, allenando anche la parte superiore del corpo.

L’allenamento deve essere sempre coadiuvato da un’alimentazione sana e bilanciata e dal consumo di acqua che reidrata il corpo dopo lo sforzo. È bene che nell’allenamento sia coinvolta anche la mente, cosicché si lavori nel contesto di armonia psicofisica.

Imprescindibile è la fase di defaticamento, specialmente dopo una sessione molto intensa di corsa dove i muscoli sono stati molto sollecitati. Quindi si preparino alcuni esercizi di stretching che allunghino tutti i muscoli del corpo.

Ecco i trucchi per sfruttare al massimo l’allenamento sul tapis roulant. Buon allenamento!

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te