blank

I trucchi che nessuno conosce per non far gonfiare e rompere la pastiera in cottura

La pastiera è un dolce tipico della tradizione napoletana che si realizza prevalentemente nel periodo di Pasqua. La sua preparazione è piuttosto complessa e le insidie sono dietro l’angolo. Pertanto, non è insolito che la pastiera si possa gonfiare e spaccarsi in cottura e questo potrebbe rovinare irrimediabilmente il nostro dolce. Per questo motivo, vogliamo spiegare i trucchi che nessuno conosce per non far gonfiare e rompere la pastiera in cottura.

Le origini

Questo dolce ha origini nel mito. Pare infatti che la sirena Partenope, dopo aver scelto di stanziarsi nel golfo di Napoli, deliziasse la popolazione con la sua voce melodiosa. I cittadini, per ringraziarla, le portarono in regalo 7 doni: farina, uova, ricotta, grano cotto nel latte, fiori d’arancio, spezie e zucchero. Ognuno di questi cibi voleva simboleggiare ricchezza, abbondanza e fertilità. La sirena, avendo gradito i doni ricevuti, decise di mettere insieme gli ingredienti e così nacque la pastiera napoletana.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Aloe Vera

I trucchi che nessuno conosce per non far gonfiare e rompere la pastiera in cottura

Come abbiamo già detto, uno dei rischi che corriamo durante la preparazione della pastiera è che essa si rompa durante la cottura. Per ovviare a questo problema, possiamo procedere in questo modo. Una volta realizzata la frolla e sistemata nello stampo precedentemente imburrato ed infarinato, versiamo il ripieno. A questo punto, mettiamo la frolla e la sua crema a riposare nel frigorifero per circa due ore. Solo trascorso questo tempo di riposo potremo mettere le strisce sulla crema ed infornare, altrimenti queste scenderebbero nella crema facendo gonfiare il dessert. Se il dessert gonfia molto, una volta che si sgonfierà porterà la frolla a spaccarsi. Per evitare che succeda, se vediamo che la torta sta gonfiando eccessivamente, apriamo per circa 30 secondi lo sportello del forno. In questo modo si sgonfierà velocemente e la frolla ne uscirà intatta.

Approfondimento

Tutti i modi di utilizzare le uova di Pasqua per non sprecarne nemmeno una briciola.

Consigliati per te