I titoli azionari da shortare perchè il rischio è di andare anche a 16.700 per il Ftse Mib Future

Continuiamo a mantenere il polso della situazione dei mercati azionari internazionali e a definire in base alla tendenza in corso lo scenario più attendibile per i prossimi giorni e settimane.

Oggi ci concentreremo sul  nostro indice azionario e su questa ipotesi di lavoro: i titoli azionari da shortare perchè il rischio è di andare anche a 16.700 per il Ftse Mib Future.

Nel momento in cui scriviamo il Ftse Mib Future è a 19.505. Cosa farà archiviare definitivamente l’ipotesi del ribasso iniziato settimana scorsa? Una chiusura settimanale superiore ai 20.150. Cosa farebbe invece partire fin da subito nuove vendite?

Fai trading sui mercati più famosi del mondo ed esplora le infinite opportunità con Plus500

Inizia a fare trading »

Il 76,4% degli investitori al dettaglio perde denaro sul proprio conto quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Una chiusura odierna inferiore ai  19.610. La formazione di questo pattern porterebbe con sè la validazione di un pattern di prezzo tempo con possibili accelerazioni ribassiste fino ai 16.700.

Come regolarsi quindi? Quali operazioni di trading effettuare? Tutto dipende se lo scenario appena illustrato si verificherà. Alte probabilità verranno proprio da una chiusura odierna inferiore ai 19.610 ed in questo caso  le operazioni prevalenti da preferire saranno al ribasso. Questo  non solo sull’indice azionario ma anche per  quei titoli componenti del paniere che presenteranno forza relativa ribassista.

I titoli azionari da shortare perchè il rischio è di andare anche a 16.700 per il Ftse Mib Future

Ci sono già titoli azionari che hanno terminato il rimbalzo iniziato nei giorni scorsi ed hanno generato un nuovo segnale ribassista?

Stiamo osservando con attenzione 3 titoli azionari che continuano a mostrare tendenza discendente e che si muovono in correlazione con l’indice azionario.

Essi sono Eni, Leonardo (MIL:LDO) e Unicredit.

Eni, al momento quota a 7,889 -2,58%. Una chiusura odierna inferiore a 7,906 farebbe partire nuove vendite con obiettivo nei prossimi 1/3 mesi verso area 5,94. Questo scenario verrà invalidato da una  chiusura settimanale superiore a 8,56.

Leonardo, al momento quota a 5,76 -2,14%. Una chiusura odierna inferiore a  farebbe partire nuove vendite con obiettivo nei prossimi 1/3 mesi verso area 4,28. Questo scenario verrà invalidato da una  chiusura settimanale superiore a 6,19.

Unicredit, al momento quota a 7,719 -4,46%. Una chiusura odierna inferiore a 7,93 farebbe partire nuove vendite con obiettivo nei prossimi 1/3 mesi verso area 6,01 e poi 5,45. Questo scenario verrà invalidato da una  chiusura settimanale superiore a 8,704.

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.