I sorprendenti benefici che apportano questi alimenti soprattutto per chi pratica sport e un consiglio sulla quantità

La frutta secca è l’alimento che arricchisce le nostre tavole imbandite perché rappresenta uno degli snack più consumati e più graditi nei momenti di pausa o dopo un pasto abbondante. Da sempre è un piacere per il palato perché è talmente buona da non riuscire a smettere. Al di là di questo aspetto godereccio della frutta secca non dimentichiamo quali benefici apporta al nostro organismo. In questo articolo, parleremo dei sorprendenti benefici che apportano questi alimenti soprattutto per chi pratica sport e un consiglio sulla quantità di assunzione.

La noce

Tra la frutta secca è quella che più di tutti ha la capacità di regolare o abbassare il livello di colesterolemia nel sangue poiché è ricca di Omega3. Oltre a questa proteina, contiene sali minerali e vitamina E. Essendo ricca di proteine vegetali, è maggiormente indicata per chi fa quotidianamente attività fisica. La noce è, inoltre, usata anche in cucina per la preparazione di primi piatti e dolci.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

La mandorla

La mandorla è importante nel metabolismo dello zucchero perché ne riduce l’assorbimento a livello intestinale e agisce da regolatore del tasso glicemico nel sangue. È ricca di calcio, fibre e sali minerali e soprattutto di vitamina E, conosciuta come potente antiossidante cellulare che ormai allunga la vita della cellula stessa prevenendone l’invecchiamento.

Il pistacchio

Dal pistacchio possiamo trarre un grande beneficio per la presenza di magnesio, sostanza che regola la funzione elettrolitica delle cellule. Ricordiamo poi la funzione energizzante del gruppo della vitamina B, oltre alla funzione antiossidante per la presenza della vitamina E. Nel pistacchio troviamo anche una buona dose di fosforo, elemento che regola il livello del glucosio. Il pistacchio è ottimo e molto utilizzato anche in cucina. Il pregiato pistacchio di Bronte è ricercato e usato in pasticceria.

L’anacardo

Oltre ad avere in comune con l’altra frutta secca le caratteristiche appena citate, l’anacardo forse rappresenta la frutta secca più deliziosa poiché ha un sapore tendente al dolce. È capace di regalarci momenti di goduria grazie alla quantità non indifferente di triptofano, amminoacido che produce e sintetizza la serotonina, conosciuta come “l’ormone della felicità”. Esattamente quello che accade quando si mangia l’anacardo.

La castagna

È ricca di ferro per cui è indicata per i soggetti che soffrono di anemia. Anch’essa contiene una buona quantità di fosforo che aiuta a migliorare la memoria e la soglia di attenzione. Mentre, la farina di castagne è un ottimo ingrediente per la preparazione di dolci.

I sorprendenti benefici che apportano questi alimenti soprattutto per chi pratica sport e un consiglio sulla quantità

Come abbiamo visto, sono molteplici le proprietà benefiche della frutta secca. Nonostante questo, l’aspetto negativo dell’assunzione di questi gustosissimi alimenti è l’elevato apporto calorico. Quindi il buon senso ci suggerisce di non esagerare nel suo consumo. Infatti è consigliato dagli specialisti di assumerne poche quantità. In media 30g al giorno sono sufficienti per un corretto apporto calorico.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te