I segreti per evitare un pignoramento del Fisco

I contribuenti possono richiedere all’Agenzia delle Entrate di rateizzare le cartelle esattoriali ricevute. In questo modo il cittadino bloccherà l’iter di riscossione e potrà rimborsare in rate periodiche. Dobbiamo, però, fare attenzione a pagare puntualmente le scadenze concordate per evitare guai maggiori. Normalmente, il mancato pagamento di più di cinque rate relative ad una cartella esattoriale comporta la decadenza dal beneficio della rateazione. L’Agenzia delle Entrate-Riscossione può quindi chiedere al debitore l’immediata restituzione dell’intero debito. Con il forte rischio che possa poi procedere con un pignoramento di beni o conti correnti. Il recente Decreto Agosto ha disposto il raddoppio delle rate non pagate a disposizione del debitore. I contribuenti avranno così un maggior margine di manovra ma il rischio è sempre quello di un’esecuzione forzata se si saltano troppe rate. In questo articolo, scopriremo i segreti per evitare un pignoramento del Fisco anche se salti delle rate.

Le rateazioni tributarie

Al ricevimento di una cartella esattoriale, il debitore ha 60 giorni di tempo per provvedere al pagamento o richiedere una rateazione. I segreti per evitare un pignoramento del Fisco partono proprio da una corretta decisione entro questo termine. Se infatti il contribuente non provvede ad inoltrare una richiesta o ad effettuare il pagamento entro i 60 giorni rischia un pignoramento. Lo stesso rischio nasce se il debitore sospende i pagamenti di almeno cinque rate. In questo caso la rateazione della cartella esattoriale decade e il debitore deve provvedere all’immediato rimborso di quanto dovuto. In questo caso l’unica soluzione per evitare un’esecuzione forzata è chiedere all’Agenzia delle Entrate una nuova rateazione. Normalmente il Fisco accetta di buon grado la richiesta del debitore, poiché il pignoramento è una procedura lunga, costosa ed incerta per l’Erario.

I segreti per evitare un pignoramento del Fisco

L’aspetto più importante di una rateazione è che essa blocca qualsiasi azione esecutiva da parte dell’Agenzia delle Entrate. In altre parole, durante il pagamento delle rate il debitore non rischia alcuna azione cautelare. Questo è il più importante tra i segreti per evitare un pignoramento del Fisco perché consente due vantaggi. Il primo è appunto quello di evitare pignoramenti e sequestri. Il secondo è di distribuire il rimborso fino a 72 mesi rendendolo così più sostenibile. In questo modo eviteremo anche di subire penalizzazioni come il sequestro del conto corrente od il blocco amministrativo dell’automobile. Per capire quali sono i passi da fare per trattare con il Fisco una rateizzazione, consigliamo un nostro recente approfondimento in materia.

Consigliati per te