I segreti di stagionatura del formaggio a casa per un prodotto profumato e saporito anche senza cantina

Esistono tanti piccoli trucchi casalinghi grazie ai quali esaltare il sapore di prodotti anche già pronti. Questo discorso vale ad esempio per il formaggio. La Redazione ha già spiegato come preparare la ricotta o il mascarpone anche in casa. In questo articolo invece spiega come ottenere un formaggio fatto in casa. Partendo da questo o da un prodotto acquistato al supermercato è possibile eseguire una lavorazione particolare che ne esalti il gusto. Ecco tutti i segreti di stagionatura del formaggio a casa per un prodotto profumato e saporito anche senza cantina.

Alcune precisazioni preliminari

Bisogna prima però precisare alcuni aspetti fondamentali della stagionatura. Questa è innanzitutto una tecnica che esalta il sapore di formaggi freschi a determinate condizioni. Temperatura e grado d’umidità sono infatti fondamentali per una perfetta stagionatura del formaggio.

L’umidità dell’ambiente di stagionatura deve raggiungere circa l’85 o 90%. La temperatura invece deve essere tra i 3 e gli 8 gradi centigradi. Fatte queste precisazioni ecco tutti i segreti di stagionatura del formaggio a casa per un prodotto profumato e saporito anche senza cantina.

Come stagionare a casa

Esistono tanti modi per sopperire alla mancanza di una stagionatura professionale o in appositi locali di cantina. Fondamentale sarà l’utilizzo di un frigorifero, meglio se secondario rispetto a quello principale e di uso quotidiano.

I moderni frigoriferi possiedono anche appositi misuratori per l’umidità che molto agevolano in questo. Per favorire la formazione di umidità nel frigo esistono due diversi metodi. Il primo è quello di scaldare dell’acqua sul fuoco e d’inserirla nel frigo due volte al giorno.

Oppure è possibile inserire in frigo un torcione o strofinaccio da cucina imbevuto d’acqua calda. Collocare il formaggio direttamente in frigo e attendere consistenza e stagionatura desiderate.

Alternative più pratiche

Un metodo antico consiste nel cospargere il formaggio da stagionare con dell’olio extravergine d’oliva e collocarlo in frigo per alcuni giorni. È possibile anche aggiungere del peperoncino all’olio d’oliva, per conferire ancora più gusto al latticino. Alcuni mescolano anche la stessa quantità d’olio e d’aceto per cospargere il formaggio.

Tutti questi sono ottimi metodi che aiutano a esaltare le caratteristiche del formaggio fresco. Bisognerà però avere cura di girare il formaggio almeno una volta al giorno e ripetere la procedura per ottenere un’ottima lavorazione del prodotto.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te