I segreti degli chef per un piatto di triglie alla livornese da leccarsi i baffi

È il pesce del momento, che sta conquistando anche i grandi chef. Stiamo parlando della triglia, presente nei menu dei migliori ristoranti. Si riproduce da aprile ad agosto, per cui il momento migliore per consumarla è da settembre a dicembre. Trova largo uso in cucina in preparazioni semplici e rapidissime che ne esaltano il sapore. Si può cucinare al forno o in padella, fritta o al cartoccio e c’è persino la triglia alla Cannavacciuolo. Noi abbiamo scelto un classico della cucina, la triglia alla livornese.

Cosa contengono le triglie

La carne di triglia è molto apprezzata in cucina per il suo sapore intenso e per la facilità di preparazione. È inoltre facilmente digeribile e, per i bassi contenuti di colesterolo, adatta anche nelle diete ipocaloriche. È una buona fonte di nutrienti. Contiene sia vitamina A che vitamine del gruppo B e numerosi minerali. Zinco, selenio, ferro e fosforo. Un alimento dunque che dovrebbe trovare posto nelle nostre diete.

Ingredienti per 4 persone

  • 12 triglie di scoglio di media grandezza;
  • 250 g di pomodori maturi;
  • 50 g di peperone rosso;
  • scalogno o cipolla q.b.;
  • 50 g di prezzemolo tritato;
  • olio extravergine di oliva q.b.;
  • sale e pepe bianco q.b.;
  • un pizzico di zucchero.

Tempo di preparazione: 20 minuti

Tempo di cottura: 20 minuti

Il segreto degli chef per un piatto di triglie alla livornese gustoso e saporito

Per preparare il nostro guazzetto, cominciamo con il pulire e lavare le triglie. In un tegame di coccio rosoliamo dolcemente lo scalogno in un filo di olio. Quando sarà appassito, uniremo il peperone pulito e tagliato a piccoli pezzi. Facciamo rosolare ancora un poco e poi aggiungiamo i pomodori spellati, privati dei semi e tagliati a piccoli pezzi. Aggiustiamo di sale e di pepe e addolciamo con un pizzico di zucchero. Facciamo cuocere a fuoco dolce per far addensare la salsa, poi aggiungiamo le triglie. Le faremo cuocere velocemente, circa tre minuti per lato rigirandole delicatamente per impedire che si rompano. Infine, spolverizziamo con il prezzemolo tritato.

Preparare le triglie alla livornese è relativamente semplice ma ci sono dei piccoli segreti da conoscere e seguire, per la buona riuscita del piatto. Il primo è l’uso del tegame di coccio che permette una cottura lenta degli alimenti preservando sapori e profumi. Inoltre, abbiamo sostituito la cipolla con lo scalogno, dal sapore più delicato. Infine, abbiamo aggiunto il prezzemolo a fine cottura per non alterare l’olio essenziale contenuto nell’erba aromatica che dà profumo ai piatti. Sono questi i segreti degli chef per un piatto di triglie davvero favoloso.

Lettura consigliata

Un secondo piatto di pesce sano e sfizioso, ricco di vitamine e Omega 3

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te