I rimedi utili contro le allergie e i migliori itinerari e orari per una gita all’aria aperta riducendo i rischi

Finalmente, con la bella stagione, sono in arrivo le nostre amate passeggiate e magari un po’ di trekking sui monti. La natura ci aspetta con tutte le sue meraviglie. Però può capitare che proprio da lei arrivi qualche problema, soprattutto per chi soffre di allergie. Il periodo è ottimo per andarsene a zonzo, ma per alcuni di noi, pollini e polveri di varia origine che arrivano da fiori e piante, possono scatenare brutte allergie, con starnuti, naso in tilt, occhi che lacrimano. Sapere di essere soggetti allergici potrebbe farci stare meglio con farmaci adeguati, naturalmente, sempre seguendo le indicazioni dei medici. Però ci sono alcune soluzioni legate a certi comportamenti, che potrebbero alleggerire i sintomi.

Via dalla pazza folla, nei luoghi giusti

Quando decidiamo di trascorrere qualche ora o un fine settimana lontano dalla città, se possibile meglio scegliere destinazioni a quote alte. Questo perché in paesaggi montani, con una minore concentrazione di piante da fiore, l’azione dei pollini potrebbe essere limitata. In genere, poi, l’altezza e l’aria più fresca e ossigenata rispetto ai centri urbani, potrebbero avere vantaggi sulla nostra respirazione.

Questa potrebbe poi andare meglio, considerando anche che ci siamo allontanati da ambienti casalinghi e dalle relative polveri originate dai terribili acari.

Tra i rimedi che potrebbero alleviare problemi di allergia e che potrebbero stoppare fastidio agli occhi, magari per raggi solari intensi, attenzione agli occhiali da sole. I modelli avvolgenti, fascianti, tipo quelli che usa chi va sul ghiaccio, potrebbero aiutare, anche in caso di vento.

Oltre a un abbigliamento comodo costituito da tessuti naturali e/o tecnici, non dimentichiamo cappellini con la visiera e pure mascherine. Ormai a queste siamo abituati, quindi è buona abitudine portarsele dietro quando andiamo a camminare fuori città.

I rimedi utili contro le allergie e i migliori itinerari e orari per una gita all’aria aperta riducendo i rischi

Pura la scelta degli itinerari e dei percorsi è importante, quindi non andare a caso inseguendo l’ispirazione. Meglio evitare le zone in aperta campagna dove è più alta la presenza di piante da fiore. E vale lo stesso discorso per quelle in cui è falciata l’erba.

Per individuare i rimedi utili contro le allergie, in particolare da polline, potrebbe essere importante procedere nella passeggiata subito dopo la pioggia. Infatti i pollini in genere finiscono intrappolati nell’acqua del terreno umido. Basta vestirsi in modo adeguato, con mantelle impermeabili e i cappellini e via, senza starnuti.

Ricordiamo che la quantità di allergeni dovrebbe diminuire verso sera. Potremmo allora scegliere un itinerario sicuro attrezzandoci con torce e lampade. E decidendo pure per una sosta notturna, forse romantica ma probabilmente senza essere colpiti da allergie.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te