I rating degli analisti per comprare o vendere titoli e azioni

Questi alcuni rating degli analisti per comprare o vendere titoli e azioni sui mercati di oggi

Fine di settimana prevedibilmente sottotono dopo una serie di sedute al rialzo.

Le azioni da comprare a Piazza Affari

Il mercato italiano appare ancora un poco sotto pressione in questa ultima giornata della settimana. I rating degli analisti per comprare o vendere titoli e azioni secondo gli analisti di Banca Akros sono numerose. Tra le altre si segnalano Banca Sistema (obiettivo fissato a 2,10 euro), El.En (22 euro), Enel (8 euro), Fiera Milano (6,20 euro), Leonardo (8,50 euro) e Unieuro (5 euro). Giudizio ancora più ottimista, accumulate, per altri titoli come, ad esempio, su Atlantia (17 euro), Fila (10,20 euro) e Ubi Banca (3,20 euro).

Fai trading sui mercati più famosi del mondo ed esplora le infinite opportunità con Plus500

Inizia a fare trading »

Il 76,4% degli investitori al dettaglio perde denaro sul proprio conto quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

I rating degli analisti per comprare o vendere titoli e azioni a Wall Street

Anche sulla piazza di scambio statunitense si delinea un leggero passivo con gli indici maggiori in rosso. I rating degli analisti per comprare o vendere titoli e azioni a Wall Street si focalizzano su nomi come  Dollar Tree Inc. (NASDAQ: DLTR) confermato come overweight con target aumentato a $ 110 da $ 90 dagli analisti di KeyBanc Capital Markets. Per Morgan Stanley invece è ancora Equal Weight con target a $ 105. Da segnalare anche l’avvio di una copertura, da parte di Daiwa sul titolo Tesla Inc. (NASDAQ: TSL) giudicato Outperform con un prezzo target di $ 910.

Gli eventi più importanti nel calendario economico

Agli orari prefissati si può consultare il calendario economico per leggere l’esito dei dati macroeconomici pubblicati. Tra i dati macro da segnalare per oggi, le vendite al dettaglio di aprile in Germania e il Pil francese del primo trimestre sono state rispettivamente -6,5% invece del precedente -1,2% e -5,3% invece del temuto -5,8%. Per l’Italia i risultati provvisori dell’inflazione di maggio e del PIl del primo trimestre sono rispettivamente a -0,1% e -5,3%. Il primo in linea con le attese, il secondo peggio del -4,7% previsto.

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.