I possessori di Partita IVA devono fare bene i calcoli

Un anno fiscale sta per terminare. Per coloro che non hanno la Partita IVA nulla cambia. Ben più diversa la situazione per quanti hanno un regime agevolato. Infatti, i possessori di Partita IVA devono fare bene i calcoli. A fine anno, questa platea è messa di fronte ad una scelta per il futuro. I possessori di Partita IVA hanno il compito di  verificare i requisiti per ottenere l’accesso o la permanenza nel regime forfettario nel 2021.

Il Governo ha introdotto questo regime fiscale agevolato con la Legge di Stabilità del 2015. Il requisito principale è non superare 65mila euro come tetto massimo di ricavi/compensi. Questo parametro va rapportato all’anno precedente a quello di applicazione del regime forfettario.

I possessori di Partita Iva devono scegliere

Perciò, i possessori di Partita IVA devono fare questa scelta. I contribuenti con regime semplificato o ordinario possono eventualmente aderire al sistema fiscale forfettario nel 2021. Gli attuali possessori di Partita Iva con sistema forfettario, devono verificare di rientrare nell’anno corrente nella soglia dei 65mila euro. Altrimenti dal primo gennaio 2021 dovranno accedere ad altro regime fiscale.

Il tetto dei 65mila euro

Molti contribuenti vicini alla soglia dei 65mila euro si chiedono se convenga mantenersi sotto l’importo oppure andare oltre.

Chi ha intenzione di rimanere con il regime forfettario può posticipare al nuovo anno la fatturazione ma parallelamente deve incassare dopo. Infatti, il momento di effettuazione dell’operazione è stabilito all’atto del pagamento.

Per le aziende che erogano servizi è più semplice fare questa operazione a differenza di coloro che svolgono attività commerciale. Per quest’ultime, invece, vale la data della consegna dei beni e non il pagamento del dovuto. Di conseguenza, posticipare la fatturazione diventa impossibile.

Il caso inverso

I contribuenti forfettari che hanno superato i 65mila euro quest’anno hanno già la certezza di dover accedere ad un sistema fiscale diverso. Di conseguenza a questa platea conviene incassare quanto più è possibile nell’annualità in corso. Infatti, il contribuente forfettario cerca di fatturare tutto durante questo anno perché la tassazione va con aliquota sostitutiva flat. Perciò, i possessori di Partita IVA devono fare bene i calcoli dal punto di vista fiscale.

Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»)

Consigliati per te