I pericoli per la salute che possono nascondersi nell’armadio

In molti ricorderanno l’odore forte e aromatico sprigionato da quelle strane palline bianche che spuntavano dai cassetti delle nonne.

Impossibile non essere rimasti affascinati, da bambini, da quelle palline. Perfettamente rotonde dalle sembianze di caramelle.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Oil Free Fryer, la vera friggitrice ad aria

Scopri il prezzo lancio

Friggitrice Fryer

Tutti avranno capito che si tratta proprio della naftalina. Una sostanza dall’odore intenso capace di respingere le tarme.

Gli appassionati del fumetto di Topolino, poi, ricorderanno bene che uno dei personaggi più buffi. Eta Beta, si nutriva proprio di palline di naftalina. Così era, almeno nella versione italiana del fumetto.

Eppure, la naftalina è proprio un pericolo per la salute che può nascondersi nell’armadio.

Naftalina

La naftalina fu scoperta nel 1821 da John Kidd che la denominò così proprio perché derivata dalla nafta.

Si tratta di un elemento chimico di nome naftalene. Un idrocarburo ricavato industrialmente dalla distillazione di catrame, carbone e petrolio.

Nonostante fosse molto utilizzata per uso domestico questa sostanza è stata messa al bando in Italia e in Europa nel 2008. Da quel momento non fu più disponibile nei negozi. Ma è ancora acquistabile su siti di e-commerce.

Le tarme, animali amanti degli ambienti bui che si insinuano negli armadi nutrendosi di lana e causando buchi nei tessuti, venivano allontanate dall’odore della naftalina.

Pericoli

La naftalina è letale se ingerita. Per questo motivo nel caso in cui se ne abbia ancora in casa andrebbe tenuta lontana dai bambini che potrebbero scambiarla per caramelle. Oltre che dai bambini dovrebbe anche essere tenuta lontana dagli animali domestici.

Inoltre, la sostanza con cui si produce la naftalina è considerata sospetto cancerogeno dalla comunità scientifica. Con la direttiva 2004/73/CE l’Unione Europea ha classificato la naftalina in categoria 3. Cioè tra le sostanze da considerare con sospetto per i possibili effetti cancerogeni nell’uomo.

Tuttavia, si è ammesso che le ricerche non hanno permesso di raccogliere abbastanza prove per classificarla in categoria 2.

Bisogna, però, specificare che il rischio è maggiore in seguito ad esposizioni ripetute alla sostanza. Mentre si riduce molto se le esposizioni sono sporadiche.

In ogni caso sarebbe preferibile eliminare tutte le confezioni di naftalina ancora presenti per allontanare i pericoli per la salute che possono nascondersi nell’armadio.

Per profumare armadi e cassetti con metodi naturali si consiglia la lettura di questo articolo.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te