I migliori investimenti da fare con questi alti e bassi continui della Borsa

Oggi un rialzo, venerdì un ribasso I segni si continuano ad alternare di giorno in giorno.

Quali sono i migliori investimenti da fare con questi alti e bassi continui della Borsa?

Le banche centrali sono intervenute con forza in tutto il mondo durante questa crisi. Lo hanno fatto per fornire al sistema economico e finanziario il supporto monetario necessario per fronteggiare la crisi medesima. Ma potrebbe non essere ancora abbastanza per eliminare l’emotività e l’incertezza dal mercato. Le politiche usuali (tagli dei tassi, acquisti massicci di obbligazioni statali) sembrano aver fatto il loro tempo. Cosa rimane? Il famoso helicopter money, ovverosia soldi a tutti, indiscriminatamente, cioè finanziamento diretto a imprese e privati.

Ma cosa serve davvero ai mercati per eliminare l’incertezza?

Nell’attesa del salvifico vaccino, ciò che i mercati sembrano attendere per invertire con decisione il trend è un flusso di notizie positive nel numero di contagi. In particolare, la loro decisa diminuzione, insieme ad un deciso deflusso di morti e ad un corrispondente numero di guariti.

Nel frattempo, sia gli interventi di cui abbiamo detto prima, che quanto stanno facendo direttamente i governi sul piano fiscale, non dispiacciono certamente ai mercati. Così come sono apprezzate le misure di distanziamento sociale, che evitano l’impennarsi delle curve di contagio. Ma che si portano come conseguenza il lockdown che paralizza l’economia. Ed è proprio quest’ultima misura che, paradossalmente, ha fatto precipitare i mercati, sempre più veloci dell’economia a reagire ad una crisi, qualunque sia la sua origine. La risultanza finale delle vendite (indiscriminate) che ci sono state nelle ultime settimane (anche se recuperate per un deciso 30%) è stato un aumento deciso della volatilità. Nell’attesa di segnali rassicuranti sul fronte del contagio, quest’ultima resterà molto alta (siamo a circa 45 a fronte di una media degli ultimi 10 anni di 15). Domarla è l’unica strategia davvero vincente in questa fase di mercato.

I migliori investimenti da fare con questi alti e bassi continui della Borsa

Come riuscirci, quindi? Quali strategie possono consentire di ridurre gli effetti di questa variabile “impazzita” sui mercati? La riposta è una sola: diversificazione. E’ utile anche solo ricordare la vecchia massima del “non mettere tutte le uova in un solo paniere”. Si aumenta di molto il rischio di vederle rompere, in quel caso. Perché il contenimento del rischio, e quindi la sua decisa diminuzione, è lo scopo della diversificazione. Che ha, in ultima istanza, l’effetto di far diminuire quella dannata volatilità di cui si parlava prima. Diversificare, quindi, sì? Ma come?

Asset allocation

In un momento come questo, inventarsi strategie e fare voli pindarici non serve a niente. Meglio applicare la migliore asset allocation possibile, cioè la giusta dose di rischio, associata alla giusta protezione. E le serie storiche a partire dalla seconda metà dell’800 ci dicono che la migliore diversificazione sia quella geografica. E, all’interno di questa, una leggera sovraesposizione, in questo momento, all’equity rispetto alle obbligazioni. In definitiva un bel portafoglio 60/40, con il 60% diviso equamente tra azioni USA, azioni europee e dei mercati emergenti. La parte obbligazionaria, invece, totalmente investita nei bond più sicuri del mondo, cioè i Treasuries USA. Che saranno sempre onorati, come dice anche la Costituzione americana. E che, non a caso, sono l’unica asset class positiva nel 2020, insieme al dollaro, valuta rifugio per eccellenza. Come strumenti suggeriamo gli ETF, ben meno costosi dei fondi corrispettivi (0,5% di gestione annua rispetto all’1,80% dei fondi).

Si invita a leggere attentamente le Avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore, consultabili QUI»

Consigliati per te