I mercati sono in fibrillazione e i risparmiatori preoccupati per questo possibile scenario in una settimana decisiva per Piazza Affari 

Scatta una settimana determinante per le sorti della Borsa italiana. Nelle prossime sedute si capirà se i prezzi avranno la forza di salire e fare nuovi massimi. Oppure, come molti temono, se sia arrivato il momento di una nuova correzione al ribasso. Ecco perché i mercati sono in fibrillazione e i risparmiatori preoccupati per questo possibile scenario in una settimana decisiva per Piazza Affari.

Dall’andamento dell’ultima settimana si ricavano elementi utili per capire l’evoluzione della prossima ottava

Quella che si è chiusa venerdì, è stata una settimana non particolarmente felice per Piazza Affari. La Borsa italiana ha terminato in positivo solamente la prima seduta, per chiudere in calo le successive quattro. Anche se i cali sono stati di lieve entità.

Un secondo elemento da sottolineare dell’ottava precedente, è la limitata escursione dei prezzi (volatilità). Il prezzo massimo del Ftse Mib della settimana è stato a 24.576 punti, mentre quello minimo è stato 24.082 punti. Nella settimana precedente il massimo era stato a 24.804 punti e il minimo a 23.916 punti. Quindi si è avuto una compressione della volatilità. Ed in genere a una compressione dei prezzi segue un forte movimento.

Da questi dati possiamo ricavare un’indicazione positiva e una negativa. Quella positiva è che questa settimana il supporto a 24.000 punti del Ftse Mib, ha mostrato una maggiore resistenza. Quella negativa è che per la quarta settimana consecutiva il massimo dell’ottava non ha superato quello della settimana precedente. Non è un buon segno.

I mercati sono in fibrillazione e i risparmiatori preoccupati per questo possibile scenario in una settimana decisiva per Piazza Affari

Partendo da questi dati, cosa aspettarsi dalla settimana che si sta aprendo? Anzitutto che la comprensione dei prezzi non può durare a lungo. È ipotizzabile che questa settimana, o al massimo la prossima, i prezzi prendano una precisa direzione e la seguano. Quale? Per ora tutte le ipotesi in campo sono possibili. Per non affidarsi al caso gli Esperti di ProiezionidiBorsa consigliano di seguire con attenzione l’andamento del mercato, lasciandosi dire in che direzione vuole andare.

La direzione che potrà prendere Piazza Affari ce lo diranno i prezzi stessi. Se il Ftse Mib (INDEX:FTSEMIB) scenderà sotto 24.000 punti, o peggio ancora, sotto 23.900 punti, la direzione sarà segnata. In questo scenario il calo arriverebbe a 23.650 punti, ma si potrebbe anche assistere anche ad affondi ulteriori. L’ipotesi rialzista prevede che il Ftse Mib abbia la forza di salire sopra la soglia dei 24.600 punti per tentare di spingersi verso 24.800 punti e poi verso i 25.000 punti.

Quel che è certo è che questa settimana sarà decisiva per le sorti del nostro mercato azionario.

Approfondimento

Questa l’analisi multidays e il punto sui mercati internazionali dell’Ufficio Studi di ProiezionidiBorsa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te