I mercati azionari sono indirizzati verso un minimo in Ottobre Intervista a Gian Piero Turletti

Siamo entrati metereologicamente nel periodo autunnale. Sarà autunno anche per i mercati azionari?

Credo sia analiticamente un limite fare di ogni erba un fascio. I principali mercati azionari sono simili nella loro struttura tecnica per certi versi, ma diversificati sotto altri aspetti.

Occorre quanto meno differenziare tra medio e lungo termine.

In ottica di lungo termine è indubbio infatti che sia ancora intatto il trend rialzista, intrapreso nel 2009.

Considerando il bordo inferiore del canale che inquadra le quotazioni da tale bottom, possiamo infatti notare come i corsi azionari siano non solo al di sopra dei riferimenti supportivi di lungo per i principali indici, ma anche tuttora ad una certa distanza dai medesimi.

Considerando la seduta odierna, infatti, tali riferimenti supportivi dinamici di lungo interessano i seguenti livelli:

S & P 500: AREA 1630

DAX: AREA 7440

EUROSTOXX: AREA 2640

FTSE MIB: AREA 17950.

Cosa puo’ dirci analizzando le divergenze?

A mio avviso l’analisi condotta con il metodo delle divergenze presenta alcuni limiti, intrinseci alla natura degli strumenti utilizzati e delle divergenze medesime.

Intanto, occorre considerare che non esistono solo le divergenze solitamente utilizzate, cioè quelle che indicano una contrarietà al trend espresso nell’andamento delle quotazioni, ma anche le cosiddette divergenze secondo trend, che si verificano quando si disegnano configurazioni di conferma del trend in atto, quando invece le quotazioni sembrano invertire.

In entrambi i casi, tuttavia, va detto che la vexata quaestio delle divergenze, a mio avviso, deve considerare, intanto, che alcuni oscillatori sono costruiti apposta per crearle.

Se, ad esempio, un oscillatore non può superare un dato valore rialzista, è evidente che si creeranno necessariamente divergenze ribassiste a fronte di un trend rialzista tuttora in atto, e simmetrica situazione interviene con le divergenze ribassiste.

Va poi considerato che non esiste un lasso temporale preciso tra formazione di una divergenza e possibile inversione del trend.

Ed anche nel caso in cui le divergenze si evidenzino su strumenti che non oscillano in un range predefinito, comunque stanno ad evidenziare un potenziale indebolimento del trend in atto, se contrarie al trend, o un suo rafforzamento, se conformi al trend, ma difficilmente riescono ad indicare precisi segnali operativi, ed infatti tali segnali sugli indicatori che le delineano sono riconducibili ad utilizzi di questi ultimi, non legati alla tecnica delle divergenze.

Detto questo, in effetti su diversi indici emergono divergenze ribassiste ormai da tempo, ma va sempre attentamente monitorato l’andamento delle quotazioni.

Se vuoi acquistare gli Ebook del Dott. Turletti Approfitta della seguente Offerta Magic Box + Metodo RCM a soli 122,00!

Quali prospettive,invece per il medio termine?

Proprio a tale riguardo, evidenziavo prima come i mercati azionari presentino situazioni tecniche differenziate.

In precedenti interventi, avevo evidenziato l’importanza dei canali di medio, tracciati con metodo Magic box.

E’ quindi interessante notare le indicazioni che si possono desumere in base a tale metodo.

S & P 500: oggi il supporto dinamico di medio interseca area 1957 ed il trend permane rialzista sino a confermata rottura del medesimo.

DAX: è già in atto un cedimento della struttura di medio a partire dalla seduta di oggi, in cui il bordo inferiore del canale ha ceduto.

EUROSTOXX: struttura di medio ancora rialzista, il cui supporto transita oggi a 3168.

FTSE MIB: la struttura di medio è divenuta ribassista dal 23 settembre, ed oggi la situazione viene confermata da quotazioni inferiori al supporto dinamico intersecante 20810.

Quali proiezioni si possono fare per il breve termine?

S & P 500: seguendo il metodo MAGIC BOX, osserviamo che si è formato un canale ribassista di breve/medio, che proietta un primo obiettivo rilevante in area 1958 e possibile overshooting ribassista in area 1934 per/entro il 15 ottobre. In caso di cedimenti di determinati livelli tale proiezione andrà rivisitata. Inversione rialzista sopra la trend line resistenziale, oggi intersecante 2011.

DAX: seguendo il metodo MAGIC BOX, osserviamo che si è formato un canale ribassista di breve/medio, che proietta un primo obiettivo rilevante in area 9300 e possibile overshooting ribassista in area 9095 per/entro il 2 ottobre. In caso di cedimenti di determinati livelli tale proiezione andrà rivisitata. Inversione rialzista sopra la trend line resistenziale, oggi intersecante 9795.

EUROSTOXX: seguendo il metodo MAGIC BOX, osserviamo che si è formato un canale ribassista di breve/medio, che proietta un primo obiettivo rilevante in area 3148 e possibile overshooting ribassista in area 3120 per/entro il 10 ottobre. In caso di cedimenti di determinati livelli tale proiezione andrà rivisitata. Inversione rialzista sopra la trend line resistenziale, oggi intersecante 3265.

FTSE MIB: seguendo il metodo MAGIC BOX, osserviamo che si è formato un canale ribassista di breve/medio, che proietta un primo obiettivo rilevante in area 19620 e possibile overshooting ribassista in area 19310 per/entro il 15 ottobre. In caso di cedimenti di determinati livelli tale proiezione andrà rivisitata. Inversione rialzista sopra la trend line resistenziale, oggi intersecante 21130.

Il Dott. Turletti è Autore di Magic Box in 7 passi e Metodo RCM Edizioni Proiezionidiborsa

Consulente di fama internazionale Esperto di analisi aziendali e rinomato Analista Finanziario Staff di Proiezionidiborsa

Consigliati per te