I mega dividendi incassati dove porteranno EXOR?

Nel 2020 e negli anni a venire la holding EXOR potrebbe volare grazie ai mega dividendi che incasserà e al possibile apprezzamento delle quote nelle società che controlla.

Bank of America (Bank of America continuerà a rullo compressore anche nei prossimi anni?) ha pubblicato un lungo report su EXOR che è stata inserita tra i suoi titoli azionari preferiti.

Incominciamo col dire che cosa  è EXOR. È la holding della famiglia Agnelli-Elkan che custodisce le quote in FCA, oltre che in Partner Re, in CNH Industrial, in Ferrari, nella Juventus, nell’Economist e in Gedi.

Fai trading sui mercati più famosi del mondo ed esplora le infinite opportunità con Plus500

Inizia a fare trading »

Il 76,4% degli investitori al dettaglio perde denaro sul proprio conto quando negozia CFD con questo fornitore. Dovresti considerare se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

In particolare, la partecipazioni in Partner Re potrebbe portare a un notevole incremento di valore di EXOR. Allo stato attuale, infatti, la partecipazione in Partner Re è stata stimata essere 6,7 miliardi di euro, mentre tenendo conto dei risultati del 2019 e dell’aumento dei multipli del settore di riferimento dovrebbe salire a 9,9 miliardi di euro.

L’aspetto più importante, però, è legato alle attese per la distribuzione di mega dividendi a EXOR. BofA stima che Exor potrebbe ricevere fino a 45€ di dividendi per azione in cinque anni. Si tratta di un significativo rialzo rispetto ai 4€ ad azione ricevuti negli ultimi cinque anni, così come rispetto al suo attuale nav a valori di mercato di $91.

La restrizione dei dividendi pagabili da Partner Re a EXOR finirà al termine del 2020. La holding di casa Agnelli-Elkann, quindi, dal 2021 potrà ricevere una remunerazione basata sul un pay-out del 100%, piuttosto dell’attuale limite del 67%.

A ciò si aggiunge anche il dividendo straordinario da 1,6 miliardi di euro previsto dalla fusione FCA- Peugeot e un altro pagamento  una tantum relativo allo spin-off di Comau.

Per leggere gli articoli precedenti su EXOR e altri approfondimenti clicca qui.

Analisi grafica e previsionale sul titolo EXOR

EXOR (MIL:EXO) ha chiuso la seduta di contrattazioni del 5 febbra a quota 69,46€ in rialzo dell’1,46% rispetto alla seduta precedente.

Sul titolo, time frame giornaliero,  in corso una proiezione rialzista che ha come I° obiettivo di prezzo area 72,859€. La rottura di questo livello in chiusura di giornata aprirebbe le porte alla salita fino al II° obiettivo di prezzo in area 79,615€. La massima estensione del rialzo in corso si trova in area 86,4€.

I ribassisti potrebbero prendere il sopravvento con chiusure giornaliere inferiori a 68,718€.

EXOR

EXOR: proiezione rialzista in corso sul time frame giornaliero. La linea blu rappresenta i livelli di Running Bisector; la linea rossa i livelli de La Nuova Legge della Vibrazione

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te

Ricevi un e-book in omaggio!

Basta inserire la tua mail per scaricare subito il nostro e-book
QUESTA È LA VITA DA TRADER!

Acconsento al trattamento dei miei dati personali secondo il GDPR 2016/679 UE per le comunicazioni da parte di Proiezionidiborsa S.r.l. in relazione alle iniziative proprie e/o di società controllate e/o collegate. Dichiaro, inoltre, di aver preso visione della Privacy Policy.