I lavori da fare ora nell’orto e nel giardino per avere piante rigogliose e allontanare le pericolose malattie fungine

L’arrivo della primavera è un’occasione di rinascita per la natura. Essa però offre anche a parassiti, malattie fungine e afidi vari l’occasione di attaccare maggiormente le piante. In questo periodo diventa importante osservare attentamente cambiamenti nelle foglie o la presenza di segnali che suggeriscono la visita di ospiti indesiderati. Questi sono i lavori da fare ora nell’orto e nel giardino per avere piante rigogliose e allontanare le pericolose malattie fungine. Bisognerebbe conoscerli davvero tutti per garantire loro una crescita sana e sicura.

Gli interventi fitosanitari

Funghi e afidi proliferano a causa di climi umidi e ancora non del tutto caldi. Per questo motivo è fondamentale individuare i giusti prodotti professionali con cui combattere le diverse problematiche di ogni pianta. Consigliamo sempre di richiedere tutta l’esperienza del proprio vivaista di fiducia per una scelta ben ponderata.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Il diserbante

Il secondo lavoro da effettuare in questo periodo è l’eliminazione delle erbe infestanti. Esistono in commercio appositi diserbanti e aiuta l’utilizzo di un concime ternario. Occorrerà praticare qualche piccolo foro nel terreno intorno a ogni pianta e riempirlo secondo le dosi riportate.

La potatura delle rampicanti

Sono questi i lavori da fare ora nell’orto e nel giardino per avere piante rigogliose e allontanare le pericolose malattie fungine. Cespugli e piante radicanti richiedono in questo periodo delle potature apposite per ristabilire l’ordine di chioma e rami. In questo mese di maggio sorgeranno anche i nuovi giovani rami che bisognerà bloccare nella posizione di crescita desiderata.

Potare le sempreverdi

Questo mese è anche il mese delle potature delle piante sempreverdi. Si tratta delle “potature di rinnovamento”. Occorre tagliare i rami a circa 50 centimetri da terra, avendo cura di eliminare quelli che presentano danni o sono troppo deboli per crescere. Questo consentirà di far circolare più aria e luce nella parte centrale della chioma. Stesso discorso anche per le siepi che hanno una crescita molto rapida.

La messa a dimora

Questo è il momento di trapiantare la gran parte delle piante giovani cresciute in vaso. Nelle settimane successive occorrerà verificare che la pianta non soffra ed eventualmente intervenire con le giuste concimazioni e con la pacciamatura.

Le piante acquatiche

Questo mese è anche perfetto per arricchire la collezione di piante acquatiche con l’acquisto di nuove. Ma questo è anche il momento di eliminare eventuali alghe presenti in prossimità delle piante acquatiche già adulte. Ed ecco subito qualcosa in più su uno dei fiori acquatici più coltivato in assoluto in questa guida.

Consigliati per te