I gustosissimi ed efficacissimi supereroi contro il colesterolo alto sono calabresi

La Dieta Mediterranea è Patrimonio UNESCO. Due dei prodotti alimentari di quest’ultima, fra i più efficaci per combattere i livelli alti del colesterolo cattivo nascono nella “Punta dello Stivale”, la Calabria.

Questa terra dei sapori è famosa, ad esempio, per il peperoncino.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina Fit, l'integratore naturale che ti fa perdere peso velocemente

SCOPRI IL PREZZO

Smartwach XW6

In realtà, sotto alla comune denominazione di peperoncino, troviamo una moltitudine di varietà, più o meno piccanti.

Il peperoncino contiene una sostanza, la capsaicina, che per noi umani è una miniera d’oro ma che la pianta produce per tenere lontani i parassiti. Ecco perché il peperoncino insieme all’aglio viene utilizzato per combattere afidi e cocciniglia.

I gustosissimi ed efficacissimi supereroi contro il colesterolo alto sono calabresi

Torniamo, però, al nostro colesterolo! La capsaicina, oltre a svolgere azione antidolorifica, grazie al rilascio di adrenalina ed endorfine, è importante per la digestione. Stimola la produzione di acido cloridrico nello stomaco favorendo così la digestione.

Queste sono solo alcune delle virtù della capsaicina. Il peperoncino, inoltre, ha la capacità di contrastare l’ipercolesterolemia.

Come fa ad abbassare i livelli di colesterolo questa sostanza piccante?

Ce lo spiega uno studio universitario del 2017 condotto da un gruppo di ricercatori cinesi. I risultati della ricerca, pubblicata sul British Journal of Nutrition, hanno rilevato i benefici della capsaicina sui livelli di colesterolo del sangue.

Lo studio si è basato su un campione di 6.774 adulti cinesi apparentemente sani di età compresa tra 18 e 65 anni partecipanti alla China Health and Nutrition Survey, una specie di censimento della salute.

Lo studio ha valutato:

  • la frequenza di consumo di cibi piccanti;
  • il grado di piccantezza;
  • la rilevazione dei livelli di colesterolo totale, colesterolo cattivo LDL o buono HDL, 24 ore dopo l’assunzione del cibo hot, a digiuno.

I risultati hanno evidenziato come chi avesse mangiato almeno cinque volte alla settimana peperoncino o cibo piccante di media piccantezza registrava:

  • più colesterolo buono HDL nel sangue rispetto a chi non aveva assunto cibo hot;
  • meno colesterolo cattivo LDL.

Ma come agisce la capsaicina?

La capsaicina stimola la produzione di acidi biliari che eliminano il colesterolo nel sangue.

Un altro prodotto made in Calabria ha effetti anti-colesterolo: il preziosissimo bergamotto che peraltro la Redazione di ProiezionidiBorsa ha già trattato diffusamente in questo articolo.

I gustosissimi ed efficacissimi supereroi contro il colesterolo alto sono calabresi e fra questi annoveriamo anche liquirizia di cui parleremo nel prossimo articolo.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te