I grandi benefici per il benessere psichico che vengono dal contatto con il cane 

Avere in casa un cane è molto spesso una buona scelta di vita. Il nostro amico fedele non è solo una compagnia per chi è solo ma è una presenza amica che riesce a interagire con noi. A volte lo fa tanto bene che si instaura un vero e proprio dialogo fra noi e il cane. Ecco allora i grandi benefici per il benessere psichico che vengono dal contatto con il cane.

Cosa pensiamo del cane e viceversa

Quando pensiamo al cane ci vengono in mente subito tutta una serie di incombenze che abbiamo nei suoi confronti. Dargli da mangiare, portarlo a spasso per la passeggiata, controllo della salute dal veterinario, acquisto del cibo per il suo pasto quotidiano ecc. Se pensiamo in questo modo stiamo forse perdendo il meglio che un cane possa dare all’uomo.

Anche il cane a suo modo si chiede la stessa cosa. Vediamo se il mio padroncino si ricorda che dobbiamo uscire, speriamo che abbia preso il cibo che piace a me, oggi mi sembra un po’ nervoso, è da mezz’ora che cerco di fargli capire che non ne vale la pena ecc.

Come noi ci sforziamo di capire il cane, ma non sempre ci riusciamo, anche il cane cerca di capire noi e sembra proprio che ci riesca meglio.

Un compagno intelligente

Non a caso 18.000 anni fa l’uomo ha deciso di cominciare ad addomesticarlo, proprio perché si accorgeva che si poteva andare d’accordo. In effetti sia il cane che l’uomo sono due animali sociali. Il neurobiologo americano Gregory Berns ci dice che il cane ci apprezza più per il tipo relazione che noi instauriamo con lui, che per il cibo che gli forniamo ogni giorno. Ed è vero, basti pensare alla fedeltà del cane nei confronti del suo padroncino che magari non ha una casa ed è costretto a vivere per strada.

La corteccia cerebrale del cane è molto più sviluppata di quella del gatto e del lupo. Il Golden retriever ha 530 milioni di neuroni in questa corteccia, che gli permettono di capire l’uomo quando gli parla.

Un animale sensibile

Dice Anna Shubkina, esperta del comportamento dei mammiferi presso l’Accademia russa delle Scienze:  “I cani sono in grado di riconoscere l’umore dell’uomo in base alle espressioni facciali non solo del suo proprietario ma anche di chi vedono per la prima volta”.

Secondo Stanley Coren, professore di psicologia all’Università della Columbia Britannica (Canada), il cane ha un’intelligenza e una sensibilità pari a un bambino di 2 anni, hanno una buona empatia e sono vicini ai loro padroni.

I grandi benefici per il benessere psichico che vengono dal contatto con il cane

Ma il contatto con il cane offre anche una serie di benefici per la psiche umana, come dimostrano diversi studi. La presenza di un cane al nostro fianco ci calma, e ci aiuta a diminuire ansia e stress. Non a caso i cuccioli sono impiegati anche per equilibrare la mente di chi soffre problemi psichici.

Il cane e l’uomo hanno una storia comune che dura da 18.000 anni e che sembra non voglia interrompersi. Almeno, speriamo, non con l’avvento dei robot.

Ecco i principi della carta etica per il cane da rispettare sempre.

Consigliati per te