I gambi dei carciofi sono un’incredibile delizia al forno e in padella con le patate se li cuciniamo così astutamente

Gli ortaggi sono una grande passione per molti amanti della cucina perché rappresentano un ingrediente versatile con cui preparare miriadi di ricette. Certo, per sprigionarne il massimo del sapore diventa fondamentale usare solo quelli di stagione e sceglierne i più freschi.

I carciofi, ad esempio, hanno un sapore particolarissimo e sono buoni in padella con il formaggio, ma anche croccanti al forno. Non solo alla giudia e alla romana, questi ortaggi sono una vera bontà.

Ma, se con i carciofi possiamo fare un’incredibile torta salata o una pasta eccezionale, cosa fare con i gambi? Oltre a essere davvero teneri, i gambi dei carciofi potrebbero davvero valere oro per moltissime ricette.

Aggiungerli al risotto è una mossa furba per sprigionarne tutto l’intensissimo sapore di quest’ortaggio. Tuttavia, esistono altri geniali modi di prepararli divinamente.

Perché è un inutile spreco buttarli via

Non tutti amano consumare anche il gambo del carciofo, anche se il suo sapore sembrerebbe molto più dolce delle foglie interne.

Con questa parte dell’ortaggio si possono preparare delle deliziose polpette, aggiungendo uova, prezzemolo, formaggio grattugiato, aglio e mollica di pane.

I gambi dei carciofi, poi, sono un’incredibile delizia al forno e in padella con le patate, un contorno facilissimo da preparare. Basterà cuocere i carciofi con le patate in piccoli spicchi e dell’acqua.

Sono ottimi anche per squisite vellutate dal sapore delicato oppure per realizzare una frittata che piacerà sicuramente anche ai più piccoli.

Ed è impossibile non provare le bruschette con gambi di carciofo e pecorino su pane casereccio.

Ma i gambi dei carciofi sono un’incredibile delizia al forno e in padella con le patate se li cuciniamo così astutamente

E se potessimo cucinare una ricetta con i gambi di carciofi e solo altri 3 ingredienti? Si tratta di:

  • un uovo;
  • farina q.b.;
  • sale.

Occorrerà sbattere l’uovo e aggiungere farina e sale. Dopo aver pulito e tagliato in bastoncini sottili i gamberi, impanarli nella pastella e friggerli in olio di semi ben caldo. Il consiglio per avere una frittura asciutta e ben croccante è di cuocere pochi gambi per volta e scolarli su carta assorbente.

Lettura consigliata

Bastano 6 minuti per quest’antipasto sfizioso e velocissimo senza cottura che si prepara con pochi ingredienti

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te