I formicolii agli arti potrebbero dipendere da una patologia che gonfia i piedi

Sono 2 le cause che potrebbero portare questa patologia a colpire i nostri piedi e si tratta di neuropatia e di arteriopatia. La neuropatia è un disturbo che riguarda il sistema nervoso periferico nel caso in cui si verifichi un danno. L’arteriopatia riguarda la riduzione del sangue in circolo e quindi dell’ossigeno che dovrebbe arrivare agli organi. Sono complicanze che potrebbero presentarsi se soffriamo da tanto tempo perché teniamo uno stile di vita scorretto fatto di sedentarietà e peso corporeo eccessivo. Ma anche presenza di colesterolo e problemi di pressione arteriosa.

In molti casi potrebbero verificarsi lesioni alla pelle dei piedi, nelle dita o nell’area plantare che potrebbero portare alla cancrena e all’amputazione. Per evitare danni gravi è necessario seguire le regole per una vita sana e attiva e fare le visite per la prevenzione. In ogni caso prestiamo attenzione a tutti gli episodi in cui si presenta una maggiore sensibilità agli arti inferiori.

Cause differenti

I formicolii agli arti sono un sintomo tipico del diabete, insieme alla difficoltà a camminare o alle deformazioni. Questi sono tutti avvisi che ci devono portare a un consulto medico. Il formicolio ci deve far preoccupare quando dura da più giorni e si presenta non come caso isolato ma accompagnato da altri disturbi. Per esempio mancanza di sensibilità, abbassamento della vista, difficoltà a muovere gli arti. È un tipo di problema che potrebbe derivare anche da lesioni al sistema nervoso, quindi non dovrebbero mai essere sottovalutati.

L’arteriopatia periferica, che potrebbe indicarci la presenza del diabete, potrebbe comportare la sensazione del piede freddo. Questo deriva dalla presenza di placche diffuse nel sistema venoso che non permette la corretta circolazione del sangue. Anche in questo caso il disturbo dovrebbe presentarsi insieme ad altre problematiche, come forme di zoppia o disfunzioni riguardanti vari organi. È questo il modo per capire la differenza tra un normale infreddolimento e un problema decisamente più grave.

I formicolii agli arti potrebbero dipendere da una patologia che gonfia i piedi

I disturbi circolatori causati dall’arteriopatia potrebbero cambiare il colore della pelle dei piedi facendola ingiallire o rendendola pallida. I vasi sanguigni, indurendosi o restringendosi, potrebbero portare un colorito che sarebbe tipico anche nel caso di infezioni. Per questo è necessario indagare con tempismo e in maniera approfondita.

Naturalmente, i gonfiori sono i sintomi del diabete più diffusi e che notiamo con maggiore facilità. Anche in questo caso, il gonfiore potrebbe essere causato da numerosi fattori come edemi, traumi o circolazione rallentata. La differenza sta nel fatto che un gonfiore prolungato, dipeso dal diabete, potrebbe essere accompagnato da mancanza di sensibilità o cambiamento del colorito.

Se il gonfiore dipende da calzature inadatte, smettendo di utilizzarle dovrebbe passare anche il problema. Così, se dovesse trattarsi di un trauma, il problema passerebbe con l’assorbimento del colpo. Se il gonfiore è accompagnato da crampi, invece, dovremmo preoccuparci. Cambiamo stile di vita ed eliminiamo ogni dubbio con le visite del caso.

Lettura consigliata

Colliri con carboidrati e proteine ci aiuterebbero con occhi secchi d’estate

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo e non si sostituiscono in alcun modo al consulto medico e/o al parere di uno specialista. Non costituiscono, inoltre, elemento per la formulazione di una diagnosi o per la prescrizione di un trattamento. Per questo motivo si raccomanda, in ogni caso, di chiedere sempre il parere di un medico o di uno specialista e di leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te