I fagiolini più colorati che ci sono e il segreto per farli crescere super rigogliosi

In tempi di semina è sempre bene variare le verdure. In questo articolo si sono già viste tutte le varietà di pomodoro.  Ma la natura offre varietà per ogni verdura e spesso anche nei frutti. Motivo per cui è bene uscire dai soliti schemi e sbizzarrirsi.

Quando si pensa ai fagiolini si hanno in mente quasi sempre quelli verdi. Ma non esistono solo quelli, e anche il gusto varia. Per questo nelle prossime righe la Redazione spiegherà quali sono i fagiolini più colorati che ci sono e il segreto per farli crescere super rigogliosi.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
Spirulina FIT, il nuovo integratore che fa perdere peso in pochi giorni

SCOPRI IL PREZZO

Spirulina

Non solo fagiolini verdi

La prima variante di fagiolini è quella gialla. Anche questa variante color sole si può trovare con baccelli appiattiti oppure tondi. Mantengono le stesse proprietà diuretiche dei fratelli verdi, ma sono molto più dolci e freschi. Questo li rende ottimi per le insalate estive ma anche per contorni cotti.

I semi bianchi sono allungati ma la vera particolarità, oltre al colore, è che sono senza filo. Ci sono diverse varianti, da quello nano, a quello francese e così via. La lunghezza varia da 13 a 14 cm, hanno bisogno di molto sole e sono ricchi di vitamina B e C.

La seconda variante è il fagiolino viola. Il baccello di un viola scuro è accompagnato da fiori fucsia e rosa. Il gusto è come quello dei fagiolini verdi, e cuocendolo perde il colore viola favorendo quello verde. Per questo motivo viene utilizzato soprattutto a crudo, per colorare non solo l’orto ma anche i piatti.

È una varietà molto precoce, anche qui troviamo la variante nana. Come quelli gialli non hanno filo e hanno bisogno di una grande esposizione al sole. Sono ricchi di fibre, vitamine e come tutti i fagiolini sono ipocalorici. Ecco i fagiolini più colorati che ci sono e il segreto per farli crescere super rigogliosi nelle prossime righe.

Consigli utili per la coltivazione

I fagiolini vanno seminati tra aprile e maggio. Hanno bisogno di terreno fertile e una grande esposizione al sole. Sia in vaso che nell’orto è quindi importante che non prendano ombra. La terra non dev’essere argillosa ma ben drenata.

Se troppo dura la terra creerà dei problemi alla nascita del fagiolino. Inoltre, è bene arricchirla con del potassio. Grande amico per lo sviluppo della pianta e il segreto per renderli davvero rigogliosi. Se le varianti piantate non sono nane predisporre gli appositi sostegni.

Consigliati per te