I dati aggiornati di mercoledì 15 potrebbero essere una bomba per il trend di Borsa

Archiviata l’estate, gli operatori di Borsa affilano le armi. Se, finora, i trend hanno retto, l’autunno potrebbe essere al cardiopalma. Il vento del ribasso soffia forte sul Ftse Mib Future, ma come sempre i listini sanno regalare sorprese, in entrambe le direzioni.

Sul mercato “vinceranno” gli acquirenti o i venditori? Si prospetta un’altra ottava avvincente, anche perché i dati aggiornati di mercoledì 15 potrebbero essere una bomba per il trend di Borsa.

Market movers del 13 settembre

Avvio di settimana in sordina in tema di eventi. Dall’Asia si segnalano i dati nipponici sull’indice di fiducia dei grandi produttori manifatturieri e quelli relativi ai nuovi mutui in Cina.

In Europa saranno diffusi gli indici (aggiornati a settembre) Thomson Reuters IPSOS  di Regno Unito, Italia, Francia e Germania. Infine ricordiamo che vi saranno varie aste obbligazionarie in Germania, Francia e USA.

Martedì 14 settembre

Il Regno Unito alle 8.00 aggiornerà i dati su redditi (con e senza il peso dei bonus), il tasso di disoccupazione e la variazione del 2° trimestre.

In Spagna alle 9.00 saranno di scena i dati sul carovita (dati annuali  mensili, aggiornati ad agosto).

In Italia, infine, alle 11.45 ci saranno le aste di BTP a 3, 7 e 10 anni. I precedenti rendimenti sono stati rispettivamente pari a –0,19%, +0,38% e +2,06%. Tuttavia, abbiamo già visto che è questo il BTP più generoso a settembre 2021 perfetto per queste 3 tipologie di risparmiatori.

Oltreoceano giungeranno diversi dati sull’inflazione, tra cui l’indice IPC e l’indice IPC non destagionalizzato.

Macroeventi del 15 settembre

In nottata la Nuova Zelanda pubblicherà le cifre aggiornate relative al conto corrente nazionale (annuale e 2° trimestre). Il Giappone, invece, quelle legate agli investimenti in macchinari (annuale e mensile, luglio). Da Pechino, infine, giungeranno i numeri sulla produzione industriale, i Fixed Asset (gli investimenti capitali non rurali) e le vendite al dettaglio.

Copiosa l’agenda degli appuntamenti in Europa. Sintetizzando, saranno pubblicati i gli indici (aggiornati ad agosto) IPC, IAPC e IPP, gli indici dei prezzi al dettaglio e al consumo in Italia, Regno Unito, Francia Spagna e Germania.

A livello UE si segnalano (alle 11.00) i dati sulla produzione industriale (luglio) e l’indice del costo della manodopera (annuale, 2° trimestre).

Oltreoceano saranno di scena i dati su acquisti e inflazione in Canada, scorte di petrolio e dati sulla produzione industriale negli States.

Uno sguardo all’agenda di giovedì

Arriveranno giovedì i dati aggiornati di Francia, Italia, Regno Unito e Germania sulle immatricolazioni auto ad agosto. Da Roma aggiungeranno anche i numeri circa il saldo della bilancia commerciale (UE e non-UE), riferita a luglio.

Infine, ricordiamo le emissioni obbligazionarie in Francia, Spagna e USA (qui però a pomeriggio).

I dati aggiornati di mercoledì 15 potrebbero essere una bomba per il trend di Borsa

Per l’ultima seduta della settimana segnaliamo anzitutto i dati sulle vendita a dettaglio inglesi (ore 8.00) e l’asta di Bund a 30 anni in Germania (rendimento precedente pari al –0,04%).

Infine alle 11.00 verranno pubblicati, a livello dell’Eurozona, i dati sugli indici dei prezzi al consumo, IPC (annuale e mensile, luglio), l’indice HIPC.

Approfondimento

Analisi multidays dei principali indici e titoli azionari mondiali.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te