I consigli di Warren Buffett per i giovani investitori

Guardare l’esempio dei grandi della finanza è sempre stato un faro molto utile per chi muove i primi passi sui mercati. Questi i  consigli di Warren Buffett per i giovani investitori.

Costruirsi una rendita costante nel tempo

Iniziare a investire il prima possibile. Questo è stato sempre uno dei consigli più sentiti da parte degli analisti. Soprattutto per chi vuole costruirsi una rendita costante nel tempo e, perché no, anche una pensione integrativa. Sfortunatamente, per una questione biologica, i giovani non concepiscono la possibilità di invecchiare. Il che spesso li porta a trascurare il proprio futuro. Il problema? Ci si rende conto di aver bisogno di un aiuto sull’assegno pensionistico quando ormai non c’è più tempo.

I consigli di Warren Buffett per i giovani investitori

Ecco allora che molti tentano di recuperare il tempo perduto con investimenti rischiosi. Il più delle volte senza conoscere gli strumenti con i quali si ha a che fare. Non si tratta di diventare esperti dell’investimento ma in molti spesso non hanno familiarità nemmeno con il concetto di contabilità. Per questo il primo dei consigli di Warren Buffett per i giovani investitori è quello di imparare la contabilità e saper leggere i report delle aziende. Il secondo? Abbandonare la spasmodica e compulsiva osservazione dei grafici. Meglio concentrarsi sulla ricerca di un buon affare. Magari studiando i fondamentali delle azioni che si vogliono comprare. Solo facendo questo si potrà avere la piena consapevolezza che non si sta comprando qualcosa di aleatorio ma un pezzo di un’azienda.

Le strategie di investimento

Concentrarsi su analisi tecnica, grafici e medie mobili, infatti, allontana dalla realtà dell’investimento. L’amministratore delegato della Berkshire Hathaway alla soglia dei 90 anni, ricorda come lui stesso iniziò proprio comprando la sua prima azione a 11 anni. E studiandone i fondamentali. Capire la contabilità è uno dei consigli di Warren Buffett per i giovani investitori che consentono di comprendere anche le strategie di investimento dei vertici e lo stato effettivo di salute dell’azienda stessa.

Il miglior vantaggio competitivo

Il che, a sua volta, permetterà di poter investire usando uno dei pilastri della filosofia Buffett “Compra come se il mercato dovesse chiudere oggi e riaprire tra 10 o 15 anni”. L’esempio che cita lui stesso? Coca Cola (NYSE:KO). La cosa importante nel momento in cui è nata, era quello che faceva per i clienti: produrre una bevanda che allora non aveva concorrenza. Nel tempo, poi, l’azienda è diventata uno dei brand più famosi al mondo in un mercato senza confini e con prodotti che possono essere comprati da chiunque e ovunque. Il miglior vantaggio competitivo che possa avere un’azienda, a prescindere dai grafici e da crisi di mercato.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te