I cinque passi per smettere di fumare macinando chilometri

Smettere di fumare è molto difficile. Oggi vogliamo parlare di come una volta arrivati alla decisione di smettere di fumare si deve seguire un progetto ben articolato. La cosa più difficile è superare le crisi di astinenza che fanno sempre tornare indietro rispetto alla decisione. Sono molto importanti I cinque passi per smettere di fumare macinando chilometri.

I molti vantaggi

Smettere di fumare protegge dai tumori, dalle malattie respiratorie ma anche da  altri disturbi collegati a tutti gli organi. Un’altra cosa da considerare è che la dipendenza dalla sigaretta condiziona l’umore negativamente. C’è una falsa percezione che la sigaretta calma e forse la prima sigaretta sembra farlo davvero. Ma già alla seconda con la sua azione negativa provoca un innalzamento della pressione con relativa ansia e nervosismo.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
XW 6.0, lo smartwatch di ultima generazione ad un prezzo incredibile.

SCOPRI DI PIU’

Smartwatch

Lo schema per smettere di fumare

Per smettere di fumare serve uno schema da seguire altrimenti siamo vittime facili del sopraggiungere delle crisi di astinenza. Si deve tener conto che l’astinenza dal fumo dal punto di vista fisico dura venti giorni mentre su quella psicologica c’è da ragionarci.

In questi venti giorni non bisogna assumere caffè neanche la mattina. L’associazione del caffè e sigaretta non aiuta a smettere. Sostituire il caffè con un’altra bevanda.

Bere acqua ogni volta che la voglia di fumare si presenta. Depura l’organismo e svolge un’azione disintossicante oltre a quella idratante.

Se si ha bisogno di mangiare qualcosa perché sta arrivando la crisi di astinenza mangiamo carote, cetrioli e finocchi. Sono cibi non calorici e non provocano l’aumento di peso. Si può anche assumere molta frutta.

La cosa più difficile nello smettere di fumare è il bisogno psicologico, la gestualità. In questo caso si può usare le sigarette elettroniche ma senza nicotina, solo con gli aromi. C’è ne sono un’enorme varietà. Sicuramente si troverà l’aroma che rispecchia il nostro gusto. Ecco i cinque passi per smettere di fumare macinando chilometri.

La svolta

Sì, infatti, questo ultimo consiglio rappresenta la svolta e consiste nel fare sport. Per smettere di fumare non è proprio adatta la palestra anche se la si può aggiungere al programma. Quello che conta è correre o camminare per strada.  Se si sta avvicinando la crisi di astinenza è necessario uscire andare a correre o camminare almeno per cinque chilometri. E se si ripresenta durante il giorno, si esce di nuovo e si cammina. Stare fuori all’aria aperta aiuta a distrarsi e l’azione delle endorfine alza l’umore. Si ritorna a casa più calmi e contenti.

Seguire lo schema ci aiuterà a capire che poi non è così difficile smettere di fumare. Come tutti i progetti c’è bisogno di forza e tenacia nel rispettare una decisione senza scoraggiarsi. Alla fine vincere questa dipendenza ci farà sentire molto meglio fisicamente e psicologicamente. Allora? Si inizia? Partiamo con i cinque passi per smettere di fumare macinando chilometri.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili qui»)

Consigliati per te