I cinque migliori libri sul rapporto madre e figlia

Quanti figli a un certo punto avrebbero desiderato avere un libretto d’istruzioni con i loro genitori?

Non è da escludere che anche un padre o una madre sono spesso messi duramente alla prova nella crescita dei figli. Forse anche loro hanno bramato la possibilità di avere qualcuno che gli dicesse cosa era giusto e cosa sbagliato. Il rapporto tra una madre e una figlia, però, si colora di sfumature noir che non ritroviamo tra padri e figli. Spesso le figlie hanno con le madri rapporti conflittuali, che altalenano tra amore viscerale e insopportazione, fino a poter arrivare allodio.

Nella fase della crescita e dell’adolescenza, quando si sente la necessità di staccarsi e rendersi autonome, le figlie ormai donne sentono questa crescente pressione. Da un lato il dover essere come la madre, dall’altro dover acquisire la propria identità in modo libero. Molti sono i libri che trattano il tema di questo amore conflittuale. Distinguiamo libri di psicologia, sociologia, per poi arrivare ai romanzi. Mai come questi ultimi sono però riusciti a narrare delle variabili del legame madre-figlia: storie vere, a volte con risvolti tragici, dove non troviamo sempre il lieto fine.

Sicuramente non riusciremo a trovare un libretto di istruzioni. Però proprio dai libri possiamo ritrovare qualcosa di noi e di nostra madre. Un modo catartico e liberatorio per ritrovarci. Vi presentiamo i cinque migliori libri sul rapporto madre e figlia.

I cinque migliori libri sul rapporto madre e figlia

Qui troverete solo 5 titoli di romanzi che mettono a fuoco le variabili del rapporto madre figlia, i sentimenti, la complessità e l’amore.

a) “La cucina color zafferano” di Yasmin Crowther. Iniziamo con una storia che si dipana tra Iran e Inghilterra. Due generazioni a confronto. Due donne che non hanno avuto le stesse opportunità e che ora si trovano distanti nei pensieri e nelle idee. Maryam, la figlia, viene riportata al passato dal colore intenso dello zafferano. Questo le darà la possibilità di riavvicinarsi a sua madre Sara.

b) “È tempo di ricominciare” di Carmen Korn. Questo libro, legato a un altro titolo della Korn “Figlie di nuova era”, narra di quattro donne e dell’avanzata nazista. Le conseguenze dell’odio, del terrore razzista del nazismo queste quattro donne vivono la loro vita. Quattro amiche e il rapporto conflittuale con madri soffocanti e che impongono il loro volere. E poi la difficoltà di essere madri nel contesto della guerra.

c) “L’amore molesto” di Elena Ferrante. Un libro impegnativo, anch’esso ambientato a Napoli come “L’amica geniale”. A parlare è una giovane donna, che dopo la morte della madre ripercorre la sua relazione con lei. Un rapporto dove la tensione tra sintonia e conflitto non viene mai a patti.

d) “Amy e Isabelle” di Elizabeth Strout. Una madre in conflitto con la figlia adolescente. Dal loro rapporto, successivamente a un accadimento, emergono incomprensioni, cose non dette e dolore. Il passato e il presente si fondono e il punto di vista delle due protagoniste si alterna a svelare la loro interiorità.

e) “Un cuore: Un libro sul rapporto davvero unico tra madre e figlia” di Marina Gioti. Un piccolissimo libro che tratta nel profondo il legame tra madre e la sua bambina. Ogni fase e momento è descritta in modo semplice e sincero.

Consigliati per te