I benefici di bellezza che nessuno si aspetta dalla polvere di questo alimento comune

I rimedi naturali da applicare nella cosmesi sono davvero tantissimi e consentono di ottenere grandissimi risultati. Tra questi, la barbabietola o carota rossa, il cui sapore non piace a tutti, ma che trova impiego nel campo della cosmesi. La Redazione di Beauty di ProiezionidiBorsa vuol spiegare i benefici di bellezza che nessuno si aspetta dalla polvere di quest’alimento comune. E, ovviamente, mostrare ai Lettori come lavorare la barbabietola per trasformarla in polvere. Prima, però, qualche precisazione importante.

I benefici della barbabietola

Questo vegetale è un antinfiammatorio e antiossidante naturale molto potente. La barbabietola è infatti ricca di vitamina C, fibre e potassio. Essa migliora il sistema cardiovascolare e la pressione arteriosa, rafforzando anche le difese immunitarie. Ma come usarla nel campo della bellezza e della cosmesi? Ecco tutti i benefici di bellezza che nessuno si aspetta dalla polvere di questo alimento comune.

Bellezza e cura del viso

La barbabietola è un prodotto che contrasta fortemente acne e imperfezioni varie del viso. In questo caso basta lavorarne la polpa frullata con yogurt e panna acida e applicarla in viso. Se combinata con il miele la carota rossa è un perfetto antirughe naturale.

Invece la sua polvere è perfetta per fard e rossetti fai da te di un meraviglioso colore rosso con punte di fucsia. La Redazione spiega come creare un blush naturale in questo precedente articolo. Ecco il procedimento per ottenere la polvere di barbabietola e usarla come blush naturale o base per una maschera.

Polvere di carota rossa

Iniziare privando la barbabietola della buccia con l’aiuto di un pela patate. Tagliarla a metà o in più pezzi e passarla in un robot da cucina per tritarla in sottili striscioline o per sminuzzarla. Eventualmente, allungando leggermente i tempi, è possibile tritarla a julienne sottile anche a mano.

Posizionarla in una teglia da forno foderata da carta e lasciare seccare per 4 o 5 giorni. Poi inserire le strisce secche in un mixer da cucina e frullare tutto il contenuto fino a ottenere una polvere molto sottile.

Per farla diventare ancora più fine e usarla come blush suggeriamo di passarla al setaccio e conservarla in un vecchio contenitore di cipria esausta. Ecco pronta una benefica polvere dai mille impieghi.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini dei nostri lettori nell'utilizzo degli strumenti, degli ingredienti e dei prodotti per la cura della persona. Per questo motivo si raccomanda di utilizzare la massima cautela ed attenzione con gli strumenti, ingredienti e prodotti normalmente utilizzati per la cura della persona e il make up. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riguardo al presente articolo e alle responsabilità dell'autore consultabili QUI»)

Consigliati per te