I befanini sono biscotti portafortuna da preparare con i bambini come dono del 6 gennaio

“È tegghio come un befanino” è un modo di dire toscano che significa “è rigido come un befanino”. È un’assonanza in senso figurato, tra il modo di essere di una persona e la consistenza del tipico biscotto.

In passato questi biscotti venivano prodotti esclusivamente in famiglia; con il tempo anche i panifici e le pasticcerie hanno cominciato a prepararli. Attualmente i befanini sono biscotti portafortuna da preparare con i bambini come dono del 6 gennaio. Sono dolcetti di pasta frolla aromatizzati e qualche volta speziati, ma soprattutto con tanti confettini colorati in superficie.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

La tradizione dei befanini

Simbolo di prosperità ed abbondanza, sono considerati di buon auspicio. In origine infatti si credeva potessero far aumentare il latte al seno delle neo-mamme.

Vengono preparati e donati nel giorno dell’Epifania. Un tempo erano portati in dono o disposti in bella vista in semplici cestini. Successivamente con questi biscotti si riempivano le calze della Befana, insieme alle arance, ai mandarini e alla frutta secca. Ogni bambino le trovava al risveglio la mattina del 6 gennaio.

La versione toscana e marchigiana

La versione toscana è di origine viareggina o lucchese, sono di pasta frolla aromatizzata ad agrumi con confetti colorati in superficie. Invece, la versione marchigiana veniva preparata per riempire le calze della Befane insieme alle caramelle fatte in casa con lo zucchero, il miele e il succo d’arancia. Si differenziano da quelli toscani, perché nella ricetta è previsto l’anice o il mistrà e sono ricoperti di “viaccia”, o ghiaccia reale.

La ricetta toscana

Vediamo dunque come preparare i befanini: sono biscotti portafortuna da preparare con i bambini come dono del 6 gennaio. Precisiamo che di seguito saranno indicati gli ingredienti per preparare la versione toscana:

a) 500 gr di farina;

b) 200 gr di zucchero;

c) 150 gr di burro;

d) 100 ml di latte;

e) 1 bustina di lievito per dolci;

f) scorza di una arancia e di un limone;

g) 40 ml di rum;

h) 1 tuorlo di uovo;

i) confettini colorati.

Procedimento

In una ciotola mescoliamo la farina con lo zucchero, il lievito, il sale e la scorza grattugiata dell’arancia e del limone. Versiamo il tutto su una spianatoia e disponiamo a fontana. Ora cominciamo ad impastare con i tocchetti di burro a temperatura ambiente, poi aggiungiamo il rum e il latte. Regoliamoci nell’aggiungere quest’ultimo ingrediente, fino ad ottenere l’impasto consistente e liscio tipico della pasta frolla. Ottenuto il nostro impasto, lasciamo riposare in frigo per un’ora circa.

Trascorso questo tempo, stendiamo l’impasto con il mattarello ad uno spessore di 5 mm. Creiamo i biscotti con le classiche formine natalizie, come la stella, la cometa, la befana, l’albero, l’angelo, i Re Magi.

Disponiamo i biscotti su una teglia foderata di carta forno e spennelliamoli con il tuorlo di uovo. Poi cospargiamo in superficie i confettini colorati ed inforniamo a 180°, per circa 15 minuti. Ecco pronti i befanini: sono biscotti portafortuna da preparare con i bambini come dono del 6 gennaio.

Infine, in quest’articolo riportiamo la ricetta dei brutti ma buoni.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze riguardo al presente articolo, consultabili QUI»)

Consigliati per te