In diretta streaming da Investing Roma

I 5 punti del corpo in cui fa più male fare un tatuaggio

Di solito chi vuole esibire un bel tatuaggio sulla pelle non si preoccupa della sofferenza che potrebbe comportare. Ma parlando fra amici si sente spesso dire che alcune zone del corpo sono più sensibili alle sollecitazioni di aghi per cui si avverte più dolore. Insieme agli Esperti di Proiezionidiborsa vi indicheremo pertanto i 5 punti del corpo in cui fa più male fare un tatuaggio. Perché se proprio non volete cambiare idea almeno siate consapevoli di ciò chi vi attende nello studio del tatuatore.

Tenete comunque conto che ogni singolo individuo presenta una diversa risposta al dolore. Il che equivale a dire che ciascuno di noi ha una soglia di sopportazione del dolore differente da quella degli altri. Ciò che ad uno può risultare come un semplice fastidio, per altri soggetti con scarsa tolleranza al dolore può riuscire insopportabile. Vediamo dunque di individuare i 5 punti del corpo in cui fa più male fare un tatuaggio. Consideriamo anzitutto che alcuni hanno tatuaggi su parti del corpo che non sono visibili neanche quando in estate con abiti succinti o col costume da bagno. Diverso il caso dei tatuaggi che immediatamente saltano agli occhi e perciò vi consigliamo la lettura di “I pro e i contro del tatuaggio per le sopracciglia”.

I 5 punti del corpo in cui fa più male fare un tatuaggio

Fra le zone più dolorose figura anzitutto il ginocchio e soprattutto la parte retrostante in cui la pelle è molto delicata. Altrettanto doloroso risulta essere un intervento sul gomito per la presenza di un’articolazione mobile. Al primo posto, insieme a ginocchia e gomiti, vi sono anche le costole perché a quanto pare il dolore aumenta in prossimità delle ossa.

La seconda zona assai sensibile agli aghi del tatuatore è l’interno coscia e specificatamente l’inguine a causa della presenza di terminazioni nervose sensitive. Il terzo punto molto doloroso coincide con i piedi anch’essi ricchi di innervazioni e ossa. La quarta zona che dovrebbe evitare chi ha una scarsa tolleranza al dolore è quella del collo dove la pelle è molto sottile e delicata. Altrettanto sconsigliato per chi ha poca resistenza alla sofferenza fisica è la colonna vertebrale, come anche lo sterno, per la presenza di innervazioni e ossa.

(Ricordiamo di leggere attentamente le avvertenze a riguardo, consultabili qui»)

Scopri Plus500
Scopri Plus500

Consigliati per te