I 5 livelli di fatturato che fanno avere aiuti a fondo perduto alle partite IVA

Questa volta i contributi del Governo arriveranno veramente ad un ampio numero di gestori di attività. Ecco i 5 livelli di fatturato che fanno avere aiuti a fondo perduto alle partite IVA. Perché la platea degli aventi diritto è ampia? Perché possono chiedere questi contributi tutte le aziende che non superino 10 milioni di fatturato. Considerato che l’Italia è ricca di piccole e medie imprese si può affermare che stavolta si tratta davvero di un aiuto generale e diffuso.

Controllare la fascia di reddito di appartenenza

È estremamente semplice controllare quanto denaro ci si può aspettare.

La prima tranche di aiuti è pari al 60% per le aziende che fatturano fino a 100 mila euro. Il 50% invece per coloro che fatturano tra 100 mila e 400 mila euro. Se il fatturato sale tra 400 mila ed 1 milione di euro la percentuale scende al 40%. Spetta il 30% a coloro che fatturino tra 1 e 5 milioni di euro. Ed infine per le aziende il cui fatturato si collochi tra 5 e 10 milioni è previsto il 20%.

Questi sono i 5 livelli di fatturato che faranno avere aiuti a fondo perduto alle partite IVA.

Il Decreto Legge Sostegni di marzo non prevedeva l’ultima fascia, ossia quella delle aziende che fatturano tra 5 e 10 milioni. È invece corretto prendere atto del fatto che anche quelle aziende, sia pur economicamente piuttosto forti, hanno subito forte calo di introiti a causa della pandemia.

Verificare a quanto ammonta il contributo

Rispetto al precedente Decreto cambia il criterio di calcolo del contributo. Occorre prendere il fatturato del 2020 e dei corrispettivi medi mensili per paragonarlo con i medesimi dati del 2019. Se nel 2020 c’è stato un calo pari almeno al 30% rispetto all’anno precedente si possono chiedere i contributi a fondo perduto.

Quanto si dovrà aspettare per ricevere il denaro

Il Governo garantisce velocità e promette che a fine aprile i soldi saranno già sul conto corrente dei richiedenti.

Consigliati per te