I 5 errori da evitare nel conservare il vino

I vini non cessano la loro evoluzione con l’imbottigliamento. Soprattutto i rossi – ma non solo -, iniziano un affinamento che può andare avanti anche per più di dieci anni. Questa maturazione, invecchiamento, permette al vino di raggiungere la massima espressione delle sue qualità organolettiche. Per non alterare questo processo, però, il vino deve essere riposto in modo adeguato. Ecco, allora, i 5 errori da evitare nel conservare il vino. E se non si ha un locale adatto o una cantinetta refrigerata, si può sempre far tesoro del trucco suggerito da Proiezionidiborsa.

Gli accorgimenti obbligati

Il primo errore da non fare assolutamente è conservare la bottiglia (o le bottiglie) in cucina. Si tratta, infatti, della parte della casa più soggetta a sbalzi di temperatura che possono fare male al vino, che deve essere conservato a 10°-16° pressochè costanti. Per la stessa ragione è meglio evitare mansarde e sottotetti. Da evitare è anche un ambiente troppo secco o troppo umido, visto che il vino necessità di un’umidità compresa tra il 60% e l’80% pena l’ossidazione. Un’altra cosa da risparmiare alle bottiglie è la luce diretta. Meglio conservare il vino al buio per non incorrere in possibili alterazioni. In assenza di un ambiente buio, è possibile lasciare le bottiglie in una scatola di legno o di cartone spesso, proteggendole così dalla luce. Questi sono i primi tra i 5 errori da evitare nel conservare il vino.

OFFERTA SPECIALE - SOLO OGGI
La nuova friggitrice ad aria che amerai: zero odori, zero schizzi

SCOPRI IL PREZZO

Oil free

Altre due cose che è meglio evitare

Altre due abitudini da evitare sono: conservare le bottiglie in posizione verticale e in ambienti non areati. La posizione ideale per le bottiglie di vino è quella orizzontale o leggermente inclinata. Questo per permettere al vino di bagnare il tappo di sughero mantenendolo umido ed elastico. In questo modo il tappo aderisce bene al collo della bottiglia e impedisce all’aria di entrare andando a ossidare il vino. Il problema non si verifica per le bottiglie con tappi sintetici. In caso di vini da invecchiamento prolungato, bisogna però ricordarsi di mettere la bottiglia in verticale prima di consumarla per far depositare gli eventuali sedimenti. Infine, l’areazione dell’ambiente è importante perchè il vino tende ad assorbirne gli odori. Da evitare assolutamente le cantine con salumi e formaggi così come le autorimesse. I gas di scarico delle vetture fanno male anche al vino.

(Le informazioni presenti in questo articolo hanno esclusivamente scopo divulgativo. Non conosciamo le abitudini alimentari ed eventuali intolleranze dei nostri lettori e per questo motivo si raccomanda di rivolgersi al proprio medico riguardo a cibi che potrebbero causare danni alla propria salute. In ogni caso è fortemente consigliato leggere le avvertenze riportate QUI»)

Consigliati per te